FRANCIA

Francia, crociata contro Abercrombie & Fitch: è polemica sulla taglia XXXS

Giovedì 10 Luglio 2014
Francia, crociata contro Abercrombie & Fitch: è polemica sulla taglia XXXS

PARIGI – La citt culla della moda si schiera apertamente contro il gruppo di abbigliamento Abercrombie & Fitch e soprattutto contro l’eccessiva magrezza reclamizzata da questo brand. Il marchio cult dei teenager avrebbe portato dall’America capi confezionati nella taglia XXXS, l'equivalente della 36 (la S, infatti corrisponde a una 42), e gli specialisti francesi hanno prontamente lanciato l'allarme.

«È una marca selettiva che esclude i poveri e le persone in sovrappeso – ha affermato Mary Le Tranchant, docente in una business school di Parigi –. Nella comunicazione della marca è palese un discorso estremo». Anche medici e femministe francesi si sono uniti alla polemica facendo muro contro la folle moda della magrezza diffusa nel settore dell'abbigliamento perché pericolosa per la salute. Dal canto suo Abercrombie & Fitch, presente a Parigi con il suo mega-store sugli Champs-Elysees, fa sapere che «la taglia extra extra extra small era stata lanciata solo per i pantaloni e sarà presto ritirata dal mercato». Questa, però, è solo l’ultima delle polemiche che riguardano il brand americano che ha fatto dell'avvenenza del suo personale un vero e proprio marchio di fabbrica. Il gruppo si era infatti già fatto notare per le sue misure radicali, come quando, l'anno scorso aveva deciso di ritirare dal suo reparto femminile le taglie XL e XXL. Inoltre diverse associazioni l'avevano accusato di effettuare assunzioni discriminatorie, basate sulla sola apparenza fisica.

Ultimo aggiornamento: 12 Luglio, 08:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA