Orologi Ulysse Nardin, il marchio pioniere dei cronometri per la navigazione

La smaltatura dei quadranti viene eseguita con la tecnica Grand Feu: il colore viene deposto a mano

Orologi Ulysse Nardin, il marchio pioniere dei cronometri per la navigazione
di Patrizio Poggiarelli
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Ottobre 2021, 09:00

Realizzare un cronometro marino non era un lavoro facile: dalla sua precisione e affidabilità dipendevano le vite dei naviganti, che lo utilizzavano per fare il punto in mare. Lo sapeva bene la Ulysse Nardin, che sin dagli esordi ha realizzato questi segnatempo di precisione, presenti sul ponte di comando di imbarcazioni sia civili che militari. Oggi la casa svizzera ha portato le sue conoscenze e il suo stile anche nei modelli da polso. Il segnatempo che incarna maggiormente questa creatività innovativa e allo stesso tempo tradizionale, è il Marine Torpilleur, il cui assortimento è stato ampliato e aggiornato quest’anno per celebrare il 175° anniversario della marca.


Le complicazioni - Le novità principali sono due movimenti oltre a complicazioni, cronografi e quadranti smaltati: in tutti i casi si tratta di edizioni limitate che recano la firma “Chronometry Since 1846” alle ore 6 sul contatore dei piccoli secondi e un indicatore dei minuti reso più essenziale rispetto alla collezione principale. Il Marine Torpilleur incarna la mentalità anticonformista di Ulysse Nardin, così come la filosofia dell’eccellenza e la ricerca della precisione, tutt’oggi cardini della manifattura orologiera svizzera di Le Locle e Chaux-de-Fonds.

Questi strumenti di precisione possiedono tutti i codici degli storici cronometri da Marina, come la lunetta scanalata, i numeri romani e il doppio contatore. Ogni modello, dotato di scappamento in silicio, ha un proprio design, che porta l’eredità e i codici della storia del marchio. Insieme al Marine Torpilleur Smaltato Blu - icona della collezione – fanno parte della linea il Panda, il Fasi Lunari bianco, il Fasi Lunari blu, il Cronografo bianco, il Cronografo blu e il Tourbillon Grand Feu Smaltato (nero) in oro rosa. Completi di un cinturino in pelle di alligatore, sono tutti compatibili con il cinturino l’R-strap, realizzato con reti da pesca riciclate.


La tecnica - Carattere distintivo dell’alta orologeria, la smaltatura dei quadranti di questa collezione è un’arte delicata, come viene evidenziato dai modelli con smalto blu, realizzati con la tecnica Grand Feu. Grazie alla collaborazione con Donzé Cadrans, laboratorio di smaltatura indipendente con sede a Le Locle, acquisito dalla manifattura nel 2011, Ulysse Nardin ha potuto migliorare costantemente questa tecnica che prevede che oltre il 90% del processo sia compiuto a mano.


 Il modello più importante della collezione è il Tourbillon Grand Feu in oro rosa, con fondello in vetro zaffiro, movimento a vista e lunetta scanalata. Cuore dell’orologio è il calibro UN-128 Constant, movimento automatico e di manifattura con dispositivo tourbillon volante a scappamento costante (brevetto Ulysse Nardin che ha vinto il Tourbillon Watch Prize al Grand Prix d’Horlogerie de Genève nel 2015). Con un diametro di 42 mm, una resistenza all’acqua fino a 50 metri, i 208 componenti e i 36 rubini alloggiati all’interno della cassa ne fanno un orologio che lascia il segno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA