Orologi Tudor, il sub professionale si veste di nero e cambia classe

Orologi Tudor, il sub professionale si veste di nero e cambia classe
di Patrizio Poggiarelli
1 Minuto di Lettura
Martedì 15 Giugno 2021, 14:31

Sono sempre di più gli amanti della bella orologeria che si avvicinano a Tudor. La marca ginevrina è riuscita a conquistarsi il favore anche dei più giovani, grazie a una serie di modelli piacevoli da indossare e dal rapporto qualità/prezzo sempre accattivante. Ne è una conferma il nuovo Black Bay Ceramic, ricco di spunti costruttivi. Il primo è la cassa monoblocco in ceramica di colore nero opaco, con superfici sabbiate, bordi smussati e lucidati a specchio. L’impatto visivo è amplificato dal nero della lunetta e del quadrante. Qui troviamo l’unico contrasto cromatico: gli indici delle ore applicati in materiale fosforescente di colore avorio, presente anche all’interno delle inconfondibili lancette note come Snowflake.

La vera “notizia” di questo modello è la certificazione Master Chronometer del Metas che riguarda tutte le principali caratteristiche funzionali: precisione, resistenza ai campi magnetici, impermeabilità e autonomia. Gli standard in questione sono incredibilmente alti, a cominciare proprio dalla precisione, dove viene garantita una variazione nella marcia giornaliera compresa tra zero e +5 secondi, ossia cinque secondi in meno rispetto agli standard del Controllo Ufficiale Svizzero dei Cronometri. Infine, sempre certificata dal Metas è l’autonomia del movimento, pari a 70 ore e quindi “a prova di weekend”: lo si può togliere dal polso al venerdì sera e rimetterlo il lunedì mattina senza doverlo ricaricare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA