Orologi Baume&Mercier, Riviera lo sportivo nato negli Anni '70

Orologi Baume&Mercier, Riviera lo sportivo nato negli Anni '70
di Paolo Poggiarelli
2 Minuti di Lettura
Martedì 15 Giugno 2021, 14:49 - Ultimo aggiornamento: 15:00

Nel lontano 1973, quando l’industria orologiera stava vivendo una vera e propria rivoluzione, dettata dall’avvento dei primi movimenti elettronici, Baume & Mercier scelse di innovare nel segno della tradizione, interpretando con il Riviera l’allora nascente segmento degli sportivi eleganti, contraddistinto dalla costruzione interamente in acciaio con un livello di finiture altissimo. Noto per la lunetta dodecagonale, i cui dodici lati suggeriscono le ore indicate sul quadrante, questo orologio unico nel suo genere oggi vive la sua ultima evoluzione.

COSTA AZZURRA

Movimenti al quarzo, calibri automatici, rivisitazioni dallo stile singolare, grandi diametri, versioni XL e modelli più discreti: in quasi cinquant’anni, il Riviera ha sperimentato di tutto. Ispirato all’art de vivre della Costa Azzurra, è il segnatempo dell’eleganza non appariscente, perfetto esempio di visione informale della raffinatezza orologiera. Queste le caratteristiche dell’edizione 2021: cassa in acciaio dal diametro generoso, lunetta dodecagonale munita di quattro viti, movimenti automatico e al quarzo Swiss Made, bracciali integrati intercambiabili in acciaio o cinturini in materiali morbidi. Il design originale è assolutamente riconoscibile, come il desiderio di abbracciare la contemporaneità.

La versione più importante, visibile in foto, si caratterizza per il quadrante in vetro zaffiro blu fumé decorato e bracciale in acciaio integrato. Al suo interno l’ormai celebre calibro di manifattura Baumatic, che garantisce una riserva di carica di cinque giorni, una precisione di -4/+6 secondi al giorno e un antimagnetismo fino a 1500 Gauss a garanzia di un’affidabile protezione contro i campi magnetici. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA