Fope, la maglia elastica sbarca sulla Luna

Fope, la maglia elastica sbarca sulla Luna
di Camilla Gusti
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 9 Novembre 2022, 18:10

È sorta la Luna nel cielo di Fope. È la nuova linea del marchio dei preziosi nato nel 1929 a Vicenza. La collezione che comprende choker e bracciali in oro bianco, giallo e rosa, enfatizza la dimensione della maglia Flex’it (da sempre marchio di fabbrica dell’azienda orafa) e introduce l’estendibilità anche per le collane, una prima assoluta per il brand.


L’evoluzione
Fope (Fabbrica Oreficeria Preziosi Esportazione), nasce a Vicenza nel 1929 come piccola bottega orafa in Contrà Sant’Ambrogio, creata da Umberto Cazzola, capostipite della dinastia di gioiellieri. Durante la guerra si converte nella produzione di fedi nuziali in ferro per poi evolversi nel 1947 in laboratorio per la fabbricazione di pennini in oro, casse di orologi e cinturini, fino a diventare la casa orafa che oggi esporta le sue creazioni in tutto il mondo. A pochi passi dal centro storico a Vicenza, in via Zampieri, Fope è “una bottega contemporanea” (ristrutturata nel 2000 dall’architetto Flavio Albanese), arrivata con Umberto e Ines Cazzola alla terza generazione, dove si creano, si disegnano e si realizzano tutte le linee di gioielli che raggiungono le boutique del marchio nel mondo.

La peculiarità di Fope è il sistema brevettato Flex’it, introdotto dall’azienda nel 2007, che consiste nella flessibilità di bracciali, collane, anelli e orecchini, resa possibile da microscopiche molle in oro 18 kt inserite nella trama della maglia, coperta da brevetto internazionale, derivata da decenni di ricerca e sperimentazione. La maglia Flex’it rende i gioielli Fope unici, contemporanei ed estremamente semplici da indossare. Un’altra novità sono i monili dedicati al pubblico maschile, lanciati ufficialmente a fine 2021, che si sviluppano seguendo le cinque collezioni più iconiche del brand: Vendôme, Panorama, Prima, Solo ed Eka.


Il profumo 
Non solo gioielli. Nel 2021 Marilisa Cazzola, chief officer marketing di Fope, ha voluto dare corpo a un progetto rimasto a lungo nel cassetto, ovvero Eau 558, il primo profumo della griffe. Creato dal naso Bertrand Duchaufour questa eau du perfume è unisex e restituisce note agrumate che si aprono a un cuore aromatico lasciando poi spazio al calore del legno di cedro. Anche la boccetta che contiene Eau 558 è un gioiello in sé con il vetro verde, il tappo dorata che richiama la maglia Novecento e che ha alla sua sommità un vetro di Burano.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA