CORONAVIRUS

Coronavirus e moda, il personal shopper diventa digitale: i consigli per gli acquisti sono in videochiamata

Lunedì 11 Maggio 2020 di Gustavo Marco Cipolla
Kristen Stewart in una scena del film

Nel film del 2016 Personal shopper, thriller candidato alla Palma d’oro e diretto dal regista Olivier Assays, l’attrice Kristen Stewart è Maureen Cartwright, una giovane consulente di immagine americana che per lavoro si trasferisce in Francia e, dopo la morte del fratello, scopre di avere doti soprannaturali e la capacità di comunicare con gli spiriti. Se poi con il cambio di stagione, ognuno fa i conti con gli scheletri e i fantasmi del proprio armadio, le figure professionali che suggeriscono i migliori look da indossare, in base alla personalità e ai gusti estetici, impazzano sui motori di ricerca pure durante l’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus.

Diane Keaton svuota l'armadio su Instagram: «Tutta questa roba non mi serve»

Perché la voglia di shopping, nonostante i chili di troppo accumulati in clausura forzata, non muore mai. Piuttosto, per molti diventa il primo sogno da realizzare quando sarà finito il lockdown e i negozi riapriranno le porte. Ma, ai tempi del Covid-19,  i personal shopper si sono adeguati alle regole dettate alla pandemia, ricorrendo al web e allo streaming per assistere i loro affezionati, consigliando abiti e accessori adatti e su misura, abbracciando le richieste più diverse e, naturalmente, andando incontro a tutte le tasche. Basta scrivere la parolina magica su Google ed è subito boom di ambasciatori degli acquisti modaioli. Un gioco da ragazzi per individuare in rete esperti competenti e affidabili. Come quelli che fanno parte dell’Associazione Italiana Personal Shopper (AI-PS), ideata e presieduta dalla style consultant Monica Sirani, che ha contribuito al lancio online di eBay Moda, sempre pronti a dare dritte in fatto di stile ad aziende e singoli fashionistas.

L’ultima utile trovata dell’organizzazione no profit, che vanta un network capillare su tutto il territorio nazionale e organizza corsi di formazione, si chiama Elio Shopping Project ed è di vitale importanza per chi ha “un disperato bisogno di Chanel” nel guardaroba. «Siamo molto entusiaste di essere partner ufficiali di un innovativo progetto di shopping a distanza, “Elio the boutique at your home”. - fanno sapere dal sito dell’AI-PS - Nasce una nuova tecnologia che soddisfa le esigenze del privato e del pubblico per la promozione e la tutela delle eccellenze made in Italy nel settore del lusso. Non si tratta di una piattaforma di e-commerce, ma di un ecosistema tecnologico volto a rivoluzionare l’acquisto, consentendo all’acquirente di decidere dove e come farlo in un’esperienza quasi identica a quella in store». Come accedere a Elio superando le barriere dell'isolamento?
 

 

Tramite computer, smartphone o tablet, selezionando il negozio in cui si vuole comprare il prodotto desiderato. Si fissa poi un meeting e con una videocall in tempo reale i personal shopper dell’associazione, muniti di smart-glasses, accompagnano per mano il cliente in un’entusiasmante avventura interattiva di compere virtuali "face to face". Distanti ma uniti. Da remoto è possibile visualizzare e scegliere borse, giacche, mini e long dress grazie ai consulenti di immagine associati che mostreranno i prodotti di interesse al consumatore mediante un paio di occhiali high-tech Epson Moverio. L'idea ha avuto origine seguendo l’operazione “Milano First”, con cui la città meneghina è stata la prima ad essere connessa in streaming a livello mondiale, in collaborazione con Epson, Vodafone, Università degli Studi di Pavia, Ariadne, DHL, BPM e Bandyer. In un articolato ed efficiente meccanismo che sembra includere le consegne a domicilio. Un’altra iniziativa è sorta in partnership con Facile.it, il sito numero uno in Italia per la comparazione di offerte e servizi a buon mercato e oltre 1,5 milioni di clienti, che ha pensato alla sezione di premi digitali “Divertiti Facile”.

I professionisti dell’AI-PS che hanno aderito si sono messi a disposizione per una consulenza gratuita con una sessione che, previo appuntamento concordato via e-mail o sms, dura circa 40 minuti in videochiamata su FaceTime, Skype e WhatsApp, offrendo stilosi e preziosi consigli a chi possiede il voucher regalo di cui possono beneficiare i "risparmiatori" premium di Facile.it. E concedersi così, dal divano di casa, spensierati attimi di digital shopping “cheap and chic”, virale e contagioso anche nella Fase 2.
 
 
 
 
 

Ultimo aggiornamento: 15:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani