La moda per la ricerca, Gibot e i bijoux di Francesca Angelone contro i tumori femminili

Venerdì 22 Giugno 2018 di Ughetta Di Carlo

Lo shopping può essere solidale e sostenibile. A volte accade che comprando qualcosa che ci piace aiutiamo anche la ricerca. Da Gibot, storico multibrand della capitale, è successo lo scorso mercoledì. Il 10 per cento del ricavato delle vendite della giornata del reparto donna è andato a Pink is Good, il progetto della Fondazione Umberto Veronesi a sostegno dei tumori femminili. L’occasione è stato il lancio del brand Francesca Angelone perché - come ci tiene a sottolineare Annalisa Di Siervi, proprietaria e buyer del negozio - “i giovani con idee originali vanno premiati e sostenuti e la designer Francesca Angelone è un vulcano di idee".
 

 

"Il brand in questione ha l’ambizione di fare la sintesi delle emozioni e degli aspetti che colorano la vita” - dice Annalisa e lo fa con cerchietti e fermagli per capelli che sono bijoux originali ed eleganti. Ci si può sbizzarrire ornando la testa con pettinini e cerchietti che vanno bene per le cerimonie, ma persino al mare per non usare il solito mollettone da spiaggia. Con questi oggetti semi preziosi ci si può divertire a creare look sfiziosi per domare i capelli quando, complice l'estate, umidità e mare ci rendono le chiome ingestibili. Inoltre per la nuova collezione FW 2018 ci sono tante novità: orecchini, bracciali e soprattutto clutch rigide nei colori del bianco e del rosa con iniziali molto grandi in oro specchiato. Ognuna può scegliere la sua borsa con la lettera del proprio nome, quella dei figli o, perchè no, l'iniziale di mariti o fidanzati. Le clienti che hanno partecipato all’evento hanno molto apprezzato la collezione e queste borse divertenti. Soprattutto sono state felici di spendere sapendo di contribuire ad una causa più nobile . Sono molte le aziende che sostengono la ricerca con un loro prodotto o in altri modi, appunto con delle percentuali sul ricavato delle vendite. Dalle piastre per i capelli "ghd" ai prodotti della Lines, persino le compagnie di traghetti, gli hotel, le confezioni Rio Mare, o brand come Moncler, Prada, Gattinoni, Tod's, sono tutti impegnati per il progresso e il benessere delle persone. La moda non è poi cosi' frivola e comprare con una "causale benefica" fa spendere meglio! 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Mattia 15 anni e un sogno Diventare arbitro di calcio

di Mimmo Ferretti