Dolce & Gabbana conquista New York: quattro giorni di Alta Moda e made in Italy

Lunedì 9 Aprile 2018 di Veronica Timperi
Stefano Gabbana, Sarah Jessica Parker, Domenico Dolce a New York.

Dolce & Gabbana conquista New York, in barba alle critiche mosse dalla stampa americana. Si conclude oggi, con un party al Top of the Standard, una quattro giorni all'insegna del glam firmata dalla coppia di stilisti, che hanno reso omaggio alla Grande Mela portando negli States le loro collezioni couture, in concomitanza con l'apertura della loro boutique l'11 aprile in Mercer Street, nel quartiere di Soho. Sono state tre giornate di Alte Artigianali nelle quali sono state presentate l'Haute Couture donna, l'Alta Sartorialità per uomo e le creazioni di high Jewelery dedicata ai gioielli.
 

 

Una vera maratona fashion che ha toccato luoghi newyorchesi mai aperti prima d'ora alla moda e che vi ha portato un po' di Italia, come il Pasta Party organizzato al 65esimo piano del Rockefeller Centre, a suon di cacio e pepe, amatriciana, pomodoro e basilico e pasta alla norma. Ad aprire le danze è stato l'evento dedicato all'Alta Gioielleria nella splendida cornice della Public Library di New York. Durante la cena  di gala, l’attrice Sarah Jessica Parker ha tenuto un’asta benefica in favore del New York City Ballet e dell’associazione ROC United mettendo in vendita i gioielli e, a sorpresa, anche l'abito che indossava. Abito e parure insieme sono andati as una coppia di clienti californiani.

La collezione di Alta Sartoria maschile è stata presentata, invece nelle sale della Rainbow Room delL’Empire State Building. La cornice dalla vista mozzafiato e Liza Minelli che cantava New York New York hanno accompagnato una sfilata che ha visto come protagonista proprio la 'città che non dorme mai'. Paillettes e preziosi ricami su giacche, completi, e maglie hanno reso omaggio alla città. La Statua della Libertà, i grattacieli imponenti, il ponte di Brooklyn sono solo alcuni dei simboli di New York apparsi su abiti dalle linee classiche, all'italiana.

Poi è stata la volta dell'Haute Couture femminile, alla Metropolitan Opera House, il teatro dell’Opera di New York per la prima volta ha ospitato un evento moda. Ad accogliere pubblico, nella piazza del Lincoln Center, una mostra a cielo aperto che esponeva le creazioni d’Alta Moda realizzate dal 2012 a oggi. Diversa l'atmosfera all'interno, dove Isabella Rossellini ha tenuto un discorso commemorativo. Le ampie scalinate ricoperte di ramage floreali hanno fatto da sfondo all'incedere sinuoso delle modelle che hanno indossato i 100 look della nuova collezione che, anche per la donna, si trasforma in un tributo alla città con abiti imponenti. Ad indossare le suggestive creazioni Naomi Campbell, Karlie Kloss, Karen Nelson, Joan Smalls, Ashley Graham, Romee Strijd e Taylor Hill, mentre nel front row, ad applaudire il successo della coppia di stilisti siciliani c'erano, tra gli altri, Diane Kruger, Dakota Fanning, Jamie Foxx, Catherine Zeta Jones e sua figlia, e la nipote Dell Principessa Diana, la modella Lady Kitty Spencer.

 

Ultimo aggiornamento: 19:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il senso del Papa al Messaggero

Colloquio di Virman Cusenza e Alvaro Moretti