Un'asta bizzarra tra arte, moda e riciclo: lo stilista Virgil Abloh vende gli abiti di Damien Hirst “rivisti e corretti”

Un'asta bizzarra tra arte, moda e riciclo: lo stilista Virgil Abloh vende gli abiti di Damien Hirst “rivisti e corretti”
di Francesca Nunberg
3 Minuti di Lettura
Lunedì 15 Febbraio 2021, 21:13

I vestiti vengono direttamente dal guardaroba dell'artista inglese, compresi quelli macchiati di vernice, e vengono messi all'asta rivisti e corretti a prezzi non proprio economici: una giacca di pelle, per fare un esempio, può partire da una base di 8.300 euro. Ma a fare notizia sono soprattutto i tre protagonisti della bizzarra operazione, a metà tra recycling, upcycling e wearable art: lo stilista americano di Louis Vuitton Virgil Abloh, fondatore e direttore creativo di Off-White, l’artista superstar Damien Hirst e il designer Tetsuzo Okubo. Tutto ciò accade online sulla piattaforma Canary Yellow di Virgil Abloh dove camicie, maglioni, giubbotti da motociclista e altri capi di abbiglamento provenienti dal guardaroba di Damien Hirst vengono venduti dopo essere stati ritoccati da Okubo che vi ha applicato pillole, smile, farfalle e teschi, tutti i motivi iconici dell'artista, rendendoli quindi tutti pezzi più unici che rari.

«Damien ha fatto tutto a Londra - ha spiegato Okubo - poi i pezzi sono stati inviati a Los Angeles, dove ho incorporato le mie toppe distintive. Abbiamo mantenuto un processo aperto e, naturalmente, ho condiviso il mio progetto con lui ogni volta, prima di cucire». Virgil Abloh ha spiegato che questa capsule è un simbolo di come la creatività sia riuscita a fiorire nonostante le sfide dello scorso anno e di come la pandemia abbia fatto capire ai consumatori l’importanza della conservazione e del riciclaggio, in particolare quando si tratta di moda.

La collezione infatti prende il nome di Beverly Hirst Recycler e riecheggia Beverly Hills Recycler, il marchio fondato a Los Angeles da Tetsuzo Okubo incentrato sul concetto di vintage e upcycling, ossia donare un nuovo valore attraverso l'atto creativo a vestiti e accessori usati. Ogni giorno verranno messi all'asta capi diversi, uno ogni 8 ore, che avranno un prezzo di partenza; il 10 per cento del ricavato delle vendite andrà in beneficenza alla Malibu Foundation. «Ho dato il via a Canary Yellow per offrire una vetrina alla mia comunità di artisti, un luogo virtuale per offrire cose provenienti dai nostri studi che non rientrano nella connotazione univoca di Arte», ha scritto Abloh sulla sua pagina Instagram. Ogni pezzo della collezione Beverly Hirst Recycler, al momento della consegna, viene accompagnato da una attestazione di autenticità, firmata a mano da Tetsuzo Okubo e Damien Hirst. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA