Louis Vuitton, l'italiano Pietro Beccari è il nuovo presidente e amministratore delegato

Louis Vuitton, l'italiano Pietro Beccari è il nuovo presidente e amministratore delegato
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 11 Gennaio 2023, 13:31

Pietro Beccari è il nuovo presidente e amministratore delegato di Louis Vuitton. Lo rende noto Lvmh, evidenziando che l'italiano prende il posto di Michael Burke, che assumerà nuove responsabilità, riportando direttamente a Bernard Arnault, presidente e amministratore delegato del gruppo.

Delphine Arnault, vicepresidente esecutivo di Louis Vuitton dal 2013, prenderà il posto di Beccari, diventando presidente e direttore generale di Christian Dior Couture. Charles Delapalme, vicepresidente esecutivo di Christian Dior Couture e responsabile delle attività commerciali dal 2018, viene nominato amministratore delegato di Christian Dior Couture. Stéphane Bianchi, presidente e amministratore delegato della divisione orologi e gioielli, supervisionerà anche Tiffany e Repossi, che entrano a far parte della divisione del gruppo Lvmh.

«Beccari ha svolto un lavoro eccezionale presso Christian Dior negli ultimi cinque anni. La sua leadership ha ha accelerato il fascino e il successo di questa iconica maison» e «sono certo che Pietro guiderà Louis Vuitton verso il prossimo livello di successo e di desiderabilità», ha detto Bernard Arnault, presidente e ceo di Lvmh. Il numero uno del colosso francese della moda ha poi espresso i suoi «più sentiti ringraziamenti a Michael Burke, che ha guidato lo straordinario successo di Louis Vuitton negli ultimi dieci anni. Ha svolto un lavoro straordinario per lo sviluppo di questa eccezionale maison» e «ha supervisionato il successo dell'integrazione di Tiffany all'interno del Gruppo LVMH. Sono lieto che Michael continui, al mio fianco, a condividere la sua esperienza e il suo talento a beneficio delle nostre aziende».

«La nomina di Delphine Arnault è un'altra pietra miliare in un percorso di carriera nel settore della moda e della pelletteria definito dall'eccellenza, prima durante i 12 anni trascorsi da Christian Dior e poi da Louis Vuitton negli ultimi dieci anni. dove è stata il numero due con la responsabilità di tutte le attività di prodotto della Maison», ha ripreso Bernard Arnault parlando della figlia: «Le sue acute intuizioni e la sua incomparabile esperienza saranno elementi decisivi per guidare il continuo sviluppo di Christian Dior».

A proposito del completamento della Divisione Orologi e Gioielli Arnauld ha commentato: «L'inclusione di Tiffany nella Divisione Orologi e Gioielli è un passo naturale dopo il successo dell'integrazione dell'azienda all'interno di LVMH. Le capacità di leadership di Stéphane Bianchi, la sua comprensione dei prodotti e dei mercati e il suo acume organizzativo hanno permesso alle Maison della divisione di raggiungere divisione di raggiungere risultati notevoli sotto la sua gestione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA