Beachwear estate 2022, le sfilate a Gran Canaria: tendenze anni Sessanta tra trikini e colori pastello

Bloomers
di Mariacristina Righi
3 Minuti di Lettura
Sabato 30 Ottobre 2021, 17:55 - Ultimo aggiornamento: 3 Novembre, 12:49

Si è conclusa la 25esima edizione di Gran Canaria Swim Week by Moda Cálida dove 38 stilisti e marchi (17 di Gran Canaria, 10 spagnoli, 6 internazionali e 5 di abbigliamento mare per bambini) hanno presentato il beachwear per l’estate 2022. A dare il via alla fashion week è stata la sfilata di TCN. Alla direzione stilistica ora c’è Clara Esteve Studio che ha lavorato per molti anni a fianco di Toton Comella, storica stilista del brand. Clara ha presentato anche il suo brand, All that she loves, che rappresenta proprio tutto quello che la stilista ama, i suoi colori e le sue linee cult. Non poteva mancare la sfilata body positive con il consueto omaggio al curvy pride della stilista Nicole Mentado Burman con la sua collezione Maldito Sweet. Tra le sfilate più attese e di successo a Gran Canaria Swim Week by Moda Cálida segnaliamo quelle di Agatha Ruiz de la Prada e Bloomers, la collezione firmata dall’ex modella Laura Sanchez.

Tendenze moda, tutti pazzi per il mocassino: dal modello carrarmato a quello con il tacco

Cinque tendenze moda: dal blazer di nappa alla tracolla twist, ecco cosa non perdersi in autunno

Il momento vip con relativo bagno di folla (soprattutto femminile) è arrivato grazie alla presenza dell’attore turco Kerem Bürsin, protagonista delle serie Love is in the air, in front row alla sfilata del brand turco Oye Swimwear.

Nel segno degli anni Sessanta

I colori pastello, i trikini e i monospalla degli anni Sessanta, indossati con minigonne a pieghe, le sgambature e le paillettes degli anni Ottanta sono tra i trend dominanti. Gli Eighties hanno decisamente dominato  la Gran Canaria Swim Week anche per il beachwear maschile dove i modelli di Chela Clo hanno riportato alla memoria le geometrie e i colori di Memphis di quel decennio.

 

C’è chi invece, come il brand Mama Maria, ha puntato sul ritorno degli anni Cinquanta con costumi da pin-up, un trend ancora poco sfruttato. Fantasie ispirate alla pop art o patchwork coloratissimi interpretano interi e bikini, con slip più o meno alti in vita, ma anche gli short da uomo. C’è un grande ritorno dell’intero, da indossare in spiaggia ma anche come body con gonne e pantaloni, di giorno in città e di sera per pool party o happy hour on the beach.

I premi

Sono stati anche assegnati tre premi alle migliori collezioni per l’estate 2022. Vevas è il miglior marchio emergente. The Best Sustainable Collection Award, sponsorizzato da Nylstar, è andato a Elena Morales che utilizza tessuti riciclati e colorazioni naturali. È importante notare invece come The L'Oréal Award for Best Collection sia andato a Gonzales, collezione di underwear creata dall’omonima stilista di Gran Canaria. Un segnale importante che ci indica come siano spariti i confini tra l’intimo e il mare e una strada da percorrere per il futuro del settore. Infatti in passerella è arrivata l’ispirazione lingerie con trasparenze ed effetti pizzo anche nei costumi da bagno.

L’evento è organizzato per la terza edizione consecutiva dal Cabildo de Gran Canaria e Ifema Madrid.

© RIPRODUZIONE RISERVATA