Urban contest, raduno al Verano
armati di spray e pennelli

Martedì 31 Luglio 2012
Pannello realizzato da Mr. Klevra a Urban Contest
ROMA - Dal 3 al 10 agosto a Roma, una settimana libera di Live Painting. Tutte le sere, fino ad esaurimento pannelli, a partire dalle 19, chiunque potrà dipingere all'Urban Contest, all'interno di San Lorenzo Estate. Da venerdì quindi chi lo desidera può misurarsi personalmente con bombolette spray, pennelli, colori, stencil ed ogni altra tecnica pittorica. L'iniziativa è dell'Urban
Contest, il festival sulla Street Art e sulle nuove forme di arte urbana, organizzato dalla società «21 Grammi» nell'ambito di San Lorenzo Estate, manifestazione estiva di musica, arte, cultura e divertimento. Negli ultimi due mesi l'Urban Contest ha visto la presenza di decine di artisti provenienti da tutta Italia e anche dall'estero.



Ma dal prossimo weekend e fino a venerdì 10 agosto, chiunque voglia può recarsi al piazzale del Verano e realizzare il suo pannello davanti al pubblico romano. La partecipazione a «Urban Contest liberi tutti!» è libera e gratuita: è sufficiente presentarsi in piazzale del Verano (nelle ore pomeridiane o serali) con tutto l'occorrente per realizzare la propria opera e scegliere un pannello presso una delle 8 postazioni a disposizione. Massima libertà sul soggetto dell'opera e sulla tecnica pittorica: spray, pittura acrilica,olio, colori naturali, pennarelli, terra cruda, cartone, gesso, collage, stencil, poster, aerografia e quant'altro suggerisca la fantasia.



Le opere realizzate non partecipano però al concorso promosso da «21 Grammi». Tra i tanti writers famosi che hanno partecipato, Mr.Klevra è stato uno degli ospiti d’onore fuori concorso. In ottobre, è infine in programma l'organizzazione di un'asta di beneficienza, realizzata in collaborazione con la famosa casa d'aste internazionale Bloomsbury Auctions. Parte del ricavato dalla vendita delle opere sarà devoluto alle popolazioni dell'Emilia colpite dal terremoto.
Ultimo aggiornamento: 3 Agosto, 12:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Casa mia è piena di gente”. E menomale che si chiama isolamento

di Veronica Cursi