Hermès, borse al profumo di marijuana:
decine di Birkin riconsegnate alle boutique

Hermès, borse al profumo di marijuana: decine di Birkin riconsegnate alle boutique
di Costanza Ignazzi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Ottobre 2014, 14:21 - Ultimo aggiornamento: 15:29

A volte il lusso non ha un buon odore. Come nel caso di alcune borse di Hermès, quelle che tutte le donne sognano ma poche possono permettersi Parecchie clienti stanno riconsegnando le loro Birkin o Kelly alle boutique dopo essersi rese conto che le adorate borse odorano di... marijuana.

Il problema è stato riscontrato quando il cuoio di cui sono fatte le costosissime Hermès (che arrivano a costare anche 60mila dollari) si riscalda, a contatto con il sole o con temperature elevate. Per esempio dopo un giro in macchina o qualche giorno di permanenza nell'armadio.

Secondo la ditta la colpa sarebbe di una partita di cuoio conciato male, ma nessuno ha le idee chiare su come risolvere il problema che si sta facendo abbastanza pungente, proprio come l'odore.

Pare che la questione, comunque, non riguardi le borse più costose, quelle in pelle di coccodrillo. Il che consola poco chi ha speso migliaia di dollari per farsi un regalo: le borse incriminate, tutte vendute tra il 2013 e il 2014, dovranno essere rinviate alla casa madre a Parigi per essere sottoposte ad un complicato processo di revisione. E sui social, intanto, imperversano le critiche a Hermès per quella che viene chiamata la «sindrome della puzzola».