Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Woody Allen: «Ho lavorato con 106 attrici e nessuna mi ha accusato di molestie. Incarno quello che MeToo vuole ottenere»

Woody Allen: «Ho lavorato con 106 attrici e nessuna mi ha accusato di molestie. Incarno quello che MeToo vuole ottenere»
2 Minuti di Lettura
Giovedì 18 Giugno 2020, 17:10

«Incarno tutto ciò che MeToo vuole ottenere. Ho impiegato centinaia di donne davanti e dietro la telecamera. Precisamente 106 attrici con ruoli da protagonista e 230 come direttori di dipartimenti tecnici, come specificato nel libro. Ho sempre pagato esattamente lo stesso per uomini e donne. In oltre 50 anni, nessuna singola attrice o membro di una delle mie squadre ha detto una sola parola negativa su di me. Non ho ricevuto una sola accusa di discriminazione o molestia di alcun tipo. Se tutti gli uomini si fossero comportati come me, il movimento avrebbe già raggiunto i suoi obiettivi». È Woody Allen a parlare così in un'intervista a 'El Pais'. Il libro cui fa riferimento è 'A proposito di niente' che tante polemiche ha suscitato in relazione al tema abusi sessuali e alle accuse ricevute dal regista che nella sua autobiografia si sofferma sul tema.

La rivincita di Woody Allen, il suo film sbanca il box office alla riapertura delle sale
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA