Betty, la nonna aviatrice a 90 anni pilota da sola il suo aereo: «Mi sento meglio che in auto»

Tuesday 17 December 2019
Betty, la nonna aviatrice a 90 pilota ancora il suo aereo: «Mi sento meglio che in auto»

«Mi sento meglio a salire sul mio aereo che in macchina». Betty Young a 90 anni pilota ancora il suo Cessna 172. L'ultimo compleanno - il 30 agosto - l'ha festeggiato con un volo dall'aeroporto americano di Kellog fino a Jackson, nel Michigan. Prima del decollo ha ispezionato il suo aereo e l'ha trascinato fuori dall'hangar da sola, come ha sempre fatto. Ad aspettarla, in pista, amici e amiche piloti. «Ho iniziato a prendere lezioni di volo a 50 anni», racconta la nonna aviatrice. «Quando vedevo un aereo mi chiedevo sempre come sarebbe stato pilotarlo. Mio marito mi ha incoraggiata, voleva che volassi e così ho cominciato. Appena ho preso il brevetto ha comprato un aereo». 

Betty è nata nel 1929, in piena depressione. Dal primo marito ha avuto quattro figli, dopo il divorzio ha sposato un medico, Malcolm Young. «Il brevetto l'ho preso nel 1983, con mio marito abbiamo fatto tanti viaggi con l'aereo». Laureata in tecnologia medica ha lavorato fino all'età di 67 anni. Nel 1989 Betty Young ha volato come copilota con Mary Creason in una gara, l'Air Race Classic. La coppia si è classificata terza in un'altra competizione per sole donne, una gara aerea di 2.600 miglia tra la California e Filadelfia. «Non ho alcuna filosofia di vita», dice Betty. «Ho apprezzato così tante cose e ho fatto così tante cose diverse. Sono stata fortunata. Molto fortunata». 

Fiorenza, 91 anni, prima donna pilota in Italia: «I colleghi non mi salutavano e io me ne fregavo»
 

 

 

Ultimo aggiornamento: 20:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA