Basilicata, si dimette il manager confermato dopo la condanna per violenza sessuale su una dipendente

Venerdì 28 Agosto 2020 di Maria Lombardi
1

Si è dimesso il presidente di Cotrab, consorzio dei trasporti della Basilicata, Giulio Ferrara, condannato in tutti e tre i gradi di giudizio per violenza sessuale su una lavoratrice. Nei giorni scorsi era stata lanciata una petizione su Change.org da parte del movimento Dalla Stessa Parte per chiedere la destituzione del manager confermato nonostante le sentenze di condanna. E altre associazioni si erano unite alla protesta e all'appello al premier Conte e alla ministra per le pari opportunità Elena Bonetti perché intervenissero sul caso divenuto nazionale . «Un atto dovuto per una candidatura inaccettabile - il commento del movimento dopo la decisione del manager di fare un passo indietro - "Dalla Stessa Parte" ha raccolto la denuncia di Cristiana Coviello e Angela Blasi, donne da sempre impegnate per i diritti delle donne sul territorio lucano, e ne ha voluto fare una battaglia collettiva e una questione nazionale. A noi si sono unite oltre 40 mila persone che su Change.org hanno fatto sentire la loro voce».

Appello a Conte e Bonetti, intervengano contro il manager nominato nonostante la condanna per violenza sessuale

Condannato per violenza su una dipendente e nominato presidente del Consorzio Trasporti. Petizione per destituirlo

Il 20 agosto scorso Ferrara era stato rieletto a presidente del Cotrab nonostante  la condanna alla pena di 2 anni e 6 mesi di reclusione per violenza sessuale, inflitta dalla Corte di Appello di Potenza e confermata dalla Cassazione. Vittima della violenza una lavoratrice tuttora impiegata nell'azienda. La petizione su Change.org lanciata dal movimento Dalla Stessa Parte  è stata condivisa da migliaia di persone e da tante associazioni tra cui Differenza Donna Ong, Noi Rete Donne, Coordinamento Nazionale Comitati Se non ora quando, Rebel Network, Rete Reama, Risvolta Matera e ha mobilitato i sindacati locali con un duro comunicato del Coordinamento donne CGIL CISL UIL.

«L’elezione di Giulio Ferrara a Presidente del Consorzio Trasporti Basilicata è offensiva nei confronti di tutte le donne - avevano denunciato le associazioni - e di qualunque codice etico e di tutela delle lavoratrici e dei lavoratori. Poiché COTRAB è il gestore del Servizio di Trasporto Pubblico Regionale la questione non può essere trattata come una questione “privata” e per questo chiediamo l’intervento dell’Assessora Regionale Merra, del Presidente del Consiglio e delle Ministre De Micheli e della Ministra Bonetti. Considerato infine che Giulio Ferrara è anche vice presidente del settore trasporti e logistica di Confindustria Basilicata, ci rivolgiamo al Presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, che non può esimersi dall’interessarsi alla vicenda». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA