Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Accoltella il compagno e viene assolta: legittima difesa, lui la picchiava

Stella Destratis con il suo avvocato
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Ottobre 2019, 10:23

Aveva accoltellato il compagno durante una lite. I giudici di Padova l'hanno assolta: lui la picchiava e lei si è difesa. La 38enne di Rovigo era accusata di tentato omicidio, nel gennaio del 2017 aveva colpito l'ex compagno con una coltellata. Era stata arrestata e aveva passato quattro mesi e mezzo in carcere. Ieri, racconta la Voce di Rovigo, per Stella Destratis è arrivata la sentenza di assoluzione. I giudici del collegio di Padova hanno accolto la tesi della difesa,  affidata all’avvocato Arabella Brognara di Rovigo. La donna ha agito per legittima difesa. La notte in cui avrebbe colpito l’allora compagno, sarebbe stata picchiata per ben due volte da lui. L’accusa aveva chiesto una condanna a cinque anni di reclusione, mentre l’ex compagno si era costituito parte civile, con una richiesta di risarcimento danni nell’ordine dei 20mila euro.

Fu la donna a chiamare il 118 dopo aver ferito l'uomo nella notte tra il 29 e il 30 gennaio del 2017. Stella fu arrestata e già al momento di entrare in  carcere, ha spiegato l'avvocato, la po
lizia penitenziaria documentò i lividi e i traumi che aveva sul corpo. Sarebbero stata questa  la prova delle botte subite dalla donna prima di accoltellare il compagno. 





Botte e stupri dal compagno, un anno da incubo

Femminicidi, la beffa dei risarcimenti alle famiglie: «La vita di una donna vale poco più di 7mila euro»

Violenza sulle donne, la polizia in Francia ha ignorato un caso di femminicidio su 3
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA