ROMA

Violenza donne, il pg di Roma: «Nel 2019 casi in aumento, più 11%, e 4 femminicidi»

Sabato 1 Febbraio 2020
Violenza donne, il pg di Roma: «Nel 2019 casi in aumento, più 11%, 4 femminicidi»

Violenze sessuali sulle donne in aumento a Roma: più 11 per cento rispetto all'anno scorso. Quanto emerge dalla relazione per l'inaugurazione dell'anno giudiziario del procuratore generale facente funzioni della Corte di Appello di Roma Federico De Siervo. I procedimenti nel 2019 sono stati 876 contro i 789 del 2018. Aumentate anche le ipotesi di violenza sessuale di gruppo che da 19 sono passate a 24.

Violenze, allarme del procuratore di Firenze: «Raddoppiate le violenze di gruppo sulle ragazzine»

«Riguardo alla violenza sessuale di gruppo occorre rilevare, in particolare, che negli ultimi due anni (2017/2019) vi è stato un incremento notevole delle denunce che - sottolinea - sono più che raddoppiate poiché da 11 procedimenti iscritti nel 2017, nel 2019 sono stati iscritti 24. Se si aggiungono i procedimenti per pedopornografia, che sono stati complessivamente 262, rileviamo che i procedimenti per violenza sessuale, sono stati 1138 ( nel 2018 erano 989) con un incremento del 15 %». Nello stesso tempo, spiega De Siervo, «si deve prendere atto dell'incremento notevole degli arresti in flagranza per le violenze sessuali, che da 49 sono saliti a 74, con un aumento pari al +51%». I casi di femminicidio nel periodo di riferimento sono stati 4 mentre nell'anno precedente erano stati 3 e 13 sono stati i tentativi di femminicidio (nel 2018 erano stati 10).

Femminicidi, record di vittime: nel 2018 un omicidio ogni 72 ore

Tre ex pattinatrici francesi accusano gli allenatori di violenze sessuali: «Eravamo minorenni»

Sono anche aumentati: i procedimenti iscritti per adescamento di minori in crescita del 12,8 % (da 117 a 132) e prevalentemente commessi su internet; i maltrattamenti in famiglia pari a 1788 (nell'anno precedente erano stati 1596 ), con un aumento del 12 % che sommati ai procedimenti per «abuso dei mezzi di correzione» 91 , raggiungono i 1879 procedimenti con + 17,7 %; i delitti di pedopornografia sono aumentati del 15% ; le circonvenzioni di persone incapaci sono state 221 a fronte di 197 dell'anno precedente, con un + 12,1 %.

Molestie, la Federazione ginnastica Usa offre 215 milioni alle vittime dell'ex medico della nazionale

«A conferma dell'aumento dei delitti di violenza si deve dare atto - si spiega nella relazione - che sono anche aumentati anche i procedimenti per lesioni volontarie tra persone legate da rapporti di parentela o affettivi, che sono stati ben 969 con un incremento del + 7,2 % rispetto all'anno precedente (904). Sempre elevata è la tipologia dei delitti di »violenza economica« che ha registrato complessivamente 1330 procedimenti».
Albano, 28enne seviziata e ridotta in schiavitù: condannati a 11 anni di carcere i tre vicini di casa aguzzini

Gli atti persecutori «si confermano molto diffusi pur registrando una lieve flessione, considerato che sono stati iscritti complessivamente 1033 procedimenti, a fronte dei 1061 dell'anno precedente, pari al meno 2,6 %», spiega. «Una valutazione complessiva e di carattere generale dell'andamento dei fenomeni criminali nel periodo in esame consente di affermare - spiega De Siervo- che è molto elevato il numero di procedimenti in danno dei bambini e dei minori in genere . Si consideri che (senza considerare i delitti di maltrattamenti in famiglia che sono stati 1788) il numero dei reati che ha visto minorenni come vittime e persone offese sono state circa 1343, quindi il 75%». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA