Violenza donne, Gabrielli: «Questi casi non vanno trattati in modo burocratico»

Martedì 19 Novembre 2019
Violenza donne, Gabrielli: «Questi casi non vanno trattati in modo burocratico»

«Non bisogna trattare i casi di violenza sulle donne come mera burocrazia». Il capo della polizia Franco Gabrielli ha parlato di maltrattamenti e denunce in occasione dell'inaugurazione della sala di ascolto sulla violenza alle donne al Commissariato di Scampia.
«Se l'aspettativa di giustizia e tutela viene delusa - ha ammonito Gabrielli - ovvio che produciamo danno per la donna e per quelle che stanno pensando di dover denunciare. Se il messaggio è che con la denuncia aggravi la tua posizione, e sei meno difesa, abbiamo tradito la nostra funzione». Sono 53 in tutta Italia - ha detto Gabrielli - le sale di ascolto destinate alle donne vittime di violenza.

Gabrielli: «Prima possibile una donna a capo della polizia»

Violenza sulle donne, il capo della polizia Gabrielli: «Spesso le vittime sono dimenticate»

La nuova stanza di ascolto dedicata alle donne vittime di violenza inaugurata questa mattina si chiama «Alice oltre lo specchio». Già nel dicembre 2014 era stata istituita nel Commissariato di Scampia la «Stanza di Alice», un ambiente accogliente dove i minori possono intrattenersi giocando mentre le mamme vengono ascoltate negli adiacenti uffici di Polizia. Da oggi, accanto alla Stanza di Alice sarà attiva quella «oltre lo specchio», un ambiente diverso dai consueti uffici di polizia giudiziaria, realizzata con il contributo delle associazioni e degli esercizi commerciali del quartiere. Le due stanze sono collegate da un impianto video per consentire alle mamme di poter osservare con discrezione i propri figli giocare in serenità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA