Le donne non sanno contrattare il proprio stipendio: lo conferma uno studio di Harvard

Mercoledì 15 Maggio 2019

Boston – A parità di posizione e anzianità, gli stipendi tra uomini e donne non sono mai alla pari (salvo rare eccezioni). Spesso il divario è frutto di una incapacità attribuibile alle donne a discutere, contrattare, ottenere migliori condizioni. Gli uomini, maggiormente assertivi, tendono a strappare migliori condizioni economiche perchè bravi nella negoziazione, lo dimostrano alcuni importanti studi di ricerca negoziale. Tali differenze di genere inizialmente sono  piccole, ma poi l'andamento nel mondo degli affari suggerisce che gli scarti finiscono per accumularsi nel tempo.  Uno studio appena pubblicato su come negoziare migliori affari, tratto dal Programma di negoziazione presso la Harvard Law School, indica chiaramente che gli uomini chiedono e ricevono stipendi iniziali leggermente più alti rispetto alle donne.

L'autostima è la strategia del successo: solo il 17% delle donne in Italia è dirigente

Sanno come portare avanti un negoziato, come approcciare la questione. Una buona partenza risulterà poi determinante mediamente anche per il futuro perché, per esempio, i maschi continueranno a negoziare più assertivamente per se stessi nel corso delle loro carriere. La somma di questa incapacità porta ad un divario che finisce per aumentare fino a milioni di dollari nel tempo. Lo studio evidenzia che il divario di genere nella negoziazione può in parte spiegare perché le donne negli Stati Uniti hanno guadagnato solo circa il 77,4% dei guadagni annuali mediani degli uomini nel 2011, secondo l'Institute for Women's Policy Research.

© RIPRODUZIONE RISERVATA