Selvaggia Lucarelli: «Antonino La Targia ha ucciso la moglie e il quartiere lo ricorda come “uno di noi”. Surreale».

Mercoledì 7 Ottobre 2020
1

Palloncini rossi al funerale di Maria Masi, l'infermiera di 41 anni uccisa dal marito da cui si stava separando. Lui, Antonino La Targia, le ha chiesto un ultimo incontro. Le ha dato appuntamento in un parcheggio sotto casa, a Venaria, alle porte di Torino. Le ha sparato sei colpi da una pistola risultata rubata all'ex parroco di Lusigliè. Poi ha rivolto l'arma contro di sè e si è ucciso. «Questa mattina ci siamo strette nel ricordo di Tony La Targia, uno di noi!», ha scritto su facebook una rappresentante del Comitato Pietra Alta e di tutto il quartiere.

 

«Uno di noi?», replica Selvaggia Lucarelli. «Ma si tratta di un assassino».

«Antonino La Targia - commenta la giornalista condividendo il post del comitato - ha ammazzato la moglie da cui si stata separando con sei colpi di pistola. Avevano due bambini piccoli, lui l'aveva già minacciata di darle fuoco in casa con i figli, aveva annunciato il gesto su facebook. Secondo questa signora Sarah il comitato Pietra Alta e il quartiere si stringono nel ricordo dell'assassino definendolo uno di noi. Surreale».  

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA