Il centro anti-tumore di Palazzo Baleani difeso dalle donne, l'assessore alla sanità assicura: «Non chiuderà e verrà rilanciato»

Lunedì 14 Ottobre 2019
Palazzo Baleani
La battaglia per difendere il centro di senologia del policlinico Umberto I di Corso Vittorio Emanuele. Movimenti, associazioni e pazienti si sono mobilitati nei giorni scorsi per chiedere che non venga chiuso Palazzo Baleani, da sempre un punto di riferimento importante per la salute delle donne, funziona come una sorta di pronto soccorso per la prevenzione del tumore al seno. Nel nuovo piano aziendale non comparirebbe la sede distaccata del Policlinico Umberto I. Ma l'assessore alla sanità della Regione Lazio assicura che il centro non chiuderà. «Nessuna chiusura dell’ambulatorio di Palazzo Baleani. Non solo ciò non avverrà, ma verrà creato un Centro Salute Donna di altissimo livello e appropriatezza gestito dall’Istituto Tumori Regina Elena di Roma. Questo consentirà il rilancio della struttura, la sua messa in sicurezza, a partire dal sistema antincendio, e soprattutto protocolli clinici conformi alle linee guida nazionali».
Tra i fattori di rischio del tumore alla mammella c’è la familiarità che rappresenta tra il 25% ed il 30% dei tumori alla mammella. Nel Centro Salute Donna l’Istituto Tumori Regina Elena porterà la le proprie competenze e la propria attività di diagnostica (immagini ad alta tecnologia e chirurghi senologi, oncologi e ginecologi).
«Ho già incontrato il rettore Gaudio che ha condiviso tale impostazione – spiega D’Amato – Questa attività di rilancio di Palazzo Baleani che è di proprietà dell’Università la Sapienza, consentirà allo stesso tempo il potenziamento della breast unit all’interno del Policlinico Umberto I». © RIPRODUZIONE RISERVATA