Maya batte tutti i record sulla sua tavola e conquista l'onda più alta di quest'anno

Giovedì 24 Settembre 2020

Per poco non ci lascia le penne Maya Gabeira. Il filmato girato sulle coste del portogallo a febbraio e diventato virale, consacrando questa ragazza brasiliana di 33 anni la regina del surf per avere domato l'onda più alta del 2020, tra le più impressionanti mai osservate, mostra un puntino che si muove veloce scivolando da una montagna minacciosa d'acqua. L'onda perfetta.

Nel nord di Lisbona, sulle spiagge atlantiche, ogni anno arrivano centinaia di persone a filmare i surfisti più coraggiosi.  L'11 febbraio scorso sono stati tanti i testimoni dell'ennesima onda record del mondo, cavalcata da Maya, unica donna a gareggiare nell'evento a squadre maschile del Nazaré Tow Surfing Challenge. Secondo le statistiche della World Surf League che effettua misurazioni e tiene conteggi precisi sulle imprese dei surf si è trattato della  più grande onda mai cavalcata da una donna. 

L'impresa di Maya ha battuto l'onda di 20 metri del campione del Nazaré Tow Challenge, Kai Lenny. Oltre a Maya c'è un altra ragazza, Justine Dupont, una ventinovenne del sud-ovest della Francia che ha realizzato una altra impresa importante catturando una onda enorme.  Naturalmente misurare le onde non è facile. «Resta una scienza imperfetta e quando si parla di record mondiali occorre avere forse strumenti più specifici e certi di quelli che non si utilizzino ora» ha detto il re delle onde, il californiano Greg Long, una leggenda vivente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA