Rai, poche donne in ruoli apicali: l'ad Salini chiede un «riequilibrio di genere»

Martedì 10 Novembre 2020
Rai, poche donne in ruoli apicali: l'ad Salini chiede un «riequilibrio di genere»

Troppo poche le donne in Rai in posizioni apicali, l'ad Fabrizio Salini vuole un «riequilibrio di genere». L'amministratore delegato della tv pubblica è intenzionato ad inviare un'informativa a tutte le strutture aziendali per raggiungere un riequilibrio di genere nell'organizzazione dell'azienda, sulla base di un progetto elaborato dall'Ufficio Studi della tv pubblica.

È la prima volta - secondo quanto si apprende - che si mette in campo un'iniziativa di questo tipo a Viale Mazzini, con obiettivi precisi e raggiungibili. In particolare, ogni struttura dovrebbe mettere in piedi un programma da realizzare in un arco di tempo prestabilito, ad esempio di due anni, al termine del quale saranno verificate le posizioni dirigenziali. È proprio tra le figure apicali, a differenza di quanto succede nel complesso della forza lavoro Rai, che si registra un forte squilibrio di genere. 

Ultimo aggiornamento: 11 Novembre, 10:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA