Luisa, a 108 anni testimonial sicurezza stradale: «Con il mio presepe nel casco ricordo ai ragazzi di non correre»

Mercoledì 1 Gennaio 2020
Luisa, a 108 anni testimonial sicurezza stradale: «Con il mio presepe nel casco ricordo ai ragazzi di non correre»

Nonna Luisa, a 108 anni  testimonial nazionale della sicurezza stradale, ha fatto un presepe nel casco: la natività racchiusa e protetta all'interno dell'oggetto simbolo della sicurezza stradale. Un presepe davvero originale, quello voluto e realizzato da Luisa Zappitelli - 108 anni compiuti lo scorso 8 novembre 2019, la «nonna d'Italia» - assieme alla figlia Anna, nella sua abitazione di Città di Castello. Giuseppe, Maria e il Bambino Gesù in un casco per moto, anzi per vespa, la due ruote che nonna Luisa utilizzava da giovane per andare al lavoro nei campi e al seggio a votare: ha partecipato ininterrottamente a tutte le consultazioni dell'Italia democratica, dal plebiscito del 1946 ad oggi, per 73 anni di fila.

Luisa Zappitelli è testimonial nazionale di sicurezza stradale, un riconoscimento che le è stato assegnato dall'Associazione familiari e vittime della strada, e testimonial del locale Vespa club. «Bisogna andare piano, non bere, rispettare i limiti di velocità, le regole e soprattutto se si va in moto o in vespa indossare ed allacciare per bene il casco», dice ai giovani.

Brunilde, 100 anni a maggio: «Continuo a lavorare nella mia merceria finchè non dovrò usare il bancomat»

Betty, la nonna aviatrice a 90 anni pilota da sola il suo aereo: «Mi sento meglio che in auto»

Il Premio speciale destinato ad un esponente della società civile, introdotto nell'edizione 2017 dall'Associazione familiari e vittime della strada - ricorda una nota del Comune di Città di Castello - era andato alla «nonna» tifernate «per essere la più longeva testimonial di sicurezza stradale, attiva ancora oggi nel diffondere messaggi di sensibilizzazione all'uso del casco, raccomandando con affetto materno di dare sempre valore alla vita e soprattutto dimostrando con l'esempio personale un gran senso civico». Ed oggi accanto a quel «casco-presepe» augura a tutti Buon 2020, a piedi e sulle due e quattro ruote.

© RIPRODUZIONE RISERVATA