Avvocato che odiava le donne sospettato dell'omicidio del figlio della giudice americana

Martedì 21 Luglio 2020

Detestava le donne emancipate, non capiva come il mondo potesse migliorare con una loro presenza nella vita pubblica, per lui le donne dovevano restare a casa, subalterne al marito. L'FBI ha scoperto il lato oscuro di Den Hollander, l'avvocato 69enne sospettato dell'omicidio del figlio della giudice distrettuale Ester Salas e del ferimento di suo marito dopo l'irruzione di quest'uomo nella residenza della donna.

Roy si definiva anti femminista e di fatto, secondo il New York Times faceva parte di quel gruppo ristretto di “feminazis”, un neologismo che sta ad indicare coloro che usano un linguaggio pieno di odio e misogino nei confronti delle donne. Il movente di questo omicidio sembrerebbe forse questo. Uomini che odiano le donne. 

Roy Den Hollander e' il principale sospettato dell'omicidio del figlio della giudice distrettuale Ester Salas, avvenuto ieri nel New Jersey da un uomo vestito da fattorino della FedEx. Ad identificare l'uomo, trovato morto questa mattina e che secondo la polizia si e' suicidato, e' stata l'Fbi. 

Il corpo di Hollander e' stato rinvenuto alcune ore dopo la sparatoria. eri pomeriggio, dopo aver suonato alla casa della giudice Salas, il killer ha ucciso il figlio, Daniel, 20 anni, e ferito gravemente il marito, Mark Anderl, avvocato che ora versa in condizioni gravi. La giudice si e' salvata perche', al momento dell'aggressione, era in cantina. Daniel e' stato colpito al cuore mentre apriva la porta. 

Hollander si descriveva come un avvocato antifemminista, che aveva intentato diverse cause nei confronti di donne, negli ultimi anni, come riferiscono i media americani. Aveva fatto causa a dei nightclub per aver offerto sconti alle donne e alla Columbia University per aver proposto dei corsi su studi femminili. Nel 2015, aveva portato davanti alla giudice Salas una causa contro la coscrizione solo maschile. Sul suo sito internet, si legge un appello rivolto agli uomini per «combattere per i propri diritti prima di non averne piu'»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA