Obesità, i chili di troppo danneggiano la memoria delle donne

Martedì 19 Novembre 2019
I chili di troppo danneggiano la memoria delle donne

I chili di troppo potrebbero gravare sulla memoria, almeno quella delle donne: infatti in una ricerca condotta da esperti del dipartimento di psicologia della University of California, a Davis è emerso che le donne obese hanno minore 'memoria di lavoro' (o memoria a breve termine), ovvero quella che usiamo in ogni istante della giornata per svolgere le normali attività del quotidiano, ad esempio ricordare un conto da pagare o un numero di telefono o un appuntamento.

Obesità, per le donne è più difficile resistere al cibo rispetto agli uomini

Diabete, la pillola contraccettiva aumenta il rischio di ammalarsi
 

Pubblicato sulla rivista Eating Behaviours, lo studio ha coinvolto 4.769 individui di età media 29 anni. Già in passato altre ricerche hanno trovato che i chili di troppo sono associati a problemi della sfera cognitiva, cioè in generale delle capacità mentali di un individuo. In questo lavoro si è andati a esaminare di preciso una di queste funzioni della mente, peraltro importantissima per il vivere quotidiano, la memoria a breve termine.

È emerso che solo nelle donne l'obesità si associa a un sensibile deterioramento di questa sfera della memoria. Secondo gli autori i risultati di questo studio suggeriscono la necessità di costruire interventi anti-obesità che siano personalizzati anche in base al sesso del paziente, tenendo conto anche dell'impatto che un deficit di memoria di lavoro può avere sul buon esito dell'intervento di dimagrimento stesso nelle donne.

La rivincita delle curvy, la moda Usa punta alle taglie forti

Ultimo aggiornamento: 20 Novembre, 23:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA