Nilde Iotti, la Camera ricorda la prima donna presidente

Lunedì 17 Giugno 2019
La prima presidente della Camera Nilde Iotti
«Una donna che lavora» così si definì Nilde Iotti all'indomani della sua nomina a Presidente della Camera dei deputati, il 20 giugno 1979. Divenne presidente dopo una lunga esperienza parlamentare iniziata nell'Assemblea Costituente. Fu protagonista di molte battaglie come quella sul divorzio e per il nuovo diritto di famiglia, fu presidente della commissione Affari Costituzionali dal 1976 al 1979. Europeista convinta, è stata una costruttrice dell'Unione Europea. La Presidenza Iotti segnò istituzionalmente un punto di svolta, prima donna ad assumere un'alta carica dello Stato.
La Fondazione Nilde Iotti dedica un evento per commemorare la sua figura e riflettere sul ruolo delle donne nella società odierna. L'incontro si svolge giovedì 20 giugno, dalle 16 alle 19, presso la Sala della Regina della Camera Dei Deputati. Al termine dei saluti istituzionali della vicepresidente della Camera Maria Edera Spadoni, i lavori saranno aperti da Livia Turco e Marisa Malagoli Togliatti, presidenti della Fondazione.



Interverranno anche Giuliano Amato, Marisa Rodano, l'onorevole Maripia Garavaglia, la scrittrice Donatella Dipietrantonio e la storica Tiziana Noce. L'attrice Monica Guerritore leggerà il discorso tenuto da Nilde Iotti al momento del suo insediamento a Presidente della Camera. «Nilde Iotti fu portatrice di un pensiero e di una politica riformatrice sul tema delle istituzioni, difese la centralità del Parlamento e proprio per questo lo voleva efficiente ed al passo con i tempi - commenta Livia Turco, Presidente Fondazione Nilde Iotti - Riformò i Regolamenti Parlamentari e propose coraggiose riforme istituzionali che purtroppo non trovarono una realizzazione. Fu una Presidente autorevole, elegante, colta sempre vicina alle persone a partire da quelle più semplici, vicina ai ceti popolari con partecipazione umana e con l'impegno per il loro riscatto in nome della giustizia sociale. Sempre vicina alle donne, si definiva "una di loro". Riflettere oggi sul pensiero di Nilde Iotti Presidente della Camera significa non solo rendere omaggio ad una madre della nostra Repubblica ma riflettere sui cambiamenti della politica avvenuti nel nostro paese e ribadire l'impegno per la centralità del Parlamento
». Verrà  presentata la seconda edizione del libro a cura della Fondazione Iotti «Le leggi delle donne che hanno cambiato l'Italia» dal 1950 al 2018. © RIPRODUZIONE RISERVATA