ROMA

Una panchina rossa davanti il tribunale civile di Roma con il numero antiviolenza

Giovedì 5 Marzo 2020 di Raffaella Troili
Una panchina rossa davanti il tribunale civile di Roma con il numero antiviolenza

Una panchina rossa, con il numero antiviolenza ben in evidenza davanti alla sede del Tribunale civile di Roma in via Lepanto. La cerimonia di inaugurazione avverrà domani 6 marzo alle 10. L' iniziativa rientra nel progetto "La Panchina Rossa" che gli Stati Generali delle Donne hanno lanciato in occasione del 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, dove è stato chiesto ai Comuni ed agli Enti locali di individuare un luogo significativo in cui posizionare una panchina di colore rosso.

Una panchina rossa contro la violenza sulle donne all'ospedale San Giovanni

Un simbolo, per sensibilizzazione tutti sul fenomeno della violenza alle donne ed in favore della cultura delle Pari Opportunità. Attraverso il Consiglio del Municipio Roma I Centro con l'adesione del Comitato Pari Opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Roma e dell' Ordine stesso, è stato individuato quale luogo, senza dubbio "significativo", il giardino di fronte al Tribunale Civile di Roma in via Lepanto, rappresentando il tribunale il luogo dove viene amministrata la giustizia e tutelati i diritti di ciascuno. Con questa iniziativa si vuole mantenere costante l'attenzione sul grave fenomeno della violenza alle donne e delle loro uccisioni e la presenza della panchina rappresenta un simbolo di civiltà di alto significato: la sua vista costringe chiunque passa a fermarsi e a riflettere su ciò che vuole significare.

Una panchina rossa contro la violenza nel giardino dell'ospedale Mauriziano di Torino

Nella panchina, oltre la targa del Comitato Pari Opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Roma, vi sarà anche quella che riporta il numero nazionale antiviolenza 1522 in modo da offrire non solo uno strumento di riflessione, ma anche un dato concreto utile per chi desidera intraprendere il difficile percorso finalizzato ad uscire dal tunnel della violenza. Il Comitato Pari Opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Roma, inoltre, ha realizzato importanti progetti con iniziative concrete e di divulgazione della cultura delle Pari Opportunità. Spiega Pompilia Rossi, componente del Comitato Pari Opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Roma: «Iniziative come questa di oggi sono importanti per sollecitare la dovuta attenzione sul drammatico fenomeno della violenza sulle donne e sul cosiddetto femminicidio: questo reato è molto diffuso, come confermato anche dal recente report dell'Istat riferito all'anno 2018. In Italia sono diminuiti gli omicidi, ma non quelli che hanno per vittime le donne, le quali vengono uccise nella quasi totalità dei casi in ambito domestico da partner o familiari. Ulteriori forme di violenza sono rappresentate dallo stalking, dallo stupro e dalle violenze verbali oltre che dalla sudditanza economica. Il Comitato Pari Opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Roma ritiene che questo problema di enormi proporzioni necessiti di una risposta non solo giudiziaria, ma soprattutto culturale ed educativa»

Appello alla Raggi dalle amiche della prof uccisa: «Panchine rosse per ricordare le vittime»»

© RIPRODUZIONE RISERVATA