CORONAVIRUS

Studio conferma che sulle donne pesano di più gli effetti negativi del coronavirus

Martedì 21 Aprile 2020
Studio conferma che sulle donne pesano di più gli effetti negativi del coronavirus

I dati mostrano che le donne e gli uomini sono infettati dal coronavirus in numero uguale, il tasso di mortalità è più alto per gli uomini che per le donne ma il virus colpisce di più le donne «nel senso che ha pesanti e maggiori ricadute negative sulle loro vite». L'analisi arriva da Alessandra Servidori, docente di politiche del Welfare e strumenti contrattuali all'Università di Modena e Reggio Emilia, in un intervento pubblicato oggi sul 'Diario del Lavoro'.

Dal monitoraggio dell'indice di parità di genere risulta che le donne si affidano molto di più ai trasporti pubblici rispetto agli uomini. Questo mette le donne a maggior rischio di entrare in contatto con il virus, quando devono andare al lavoro, visitare un medico o fare la spesa. Ciò è particolarmente vero per mamme single che hanno meno probabilità di avere un'auto per motivi finanziari. Il 18% di loro afferma che il trasporto pubblico è l'unico metodo di trasporto a loro disposizione. Nei paesi in cui le restrizioni alla circolazione sono state inasprite, i trasporti pubblici sono stati ridotti o addirittura chiusi.

«Questo rende la vita più difficile per le persone che si affidano a questi servizi e hanno ancora bisogno di mettersi al lavoro, visitare un medico o fare la spesa. La chiusura o la quasi chiusura di molte imprese poi - spiega Servidori- potrebbe avere gravi risultanti su molte professioni dominate dalle donne».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA