Molestie sessuali a donne pilota e assistenti di volo: è vittima una su quattro

Martedì 5 Novembre 2019
1
Molestie sessuali a donne pilota e assistenti di volo: è vittima una su quattro

Molestie  e commenti sessisti alle donne pilota e alle assistenti di volo. Ma quasi nessuna denuncia per paura di passare come «provocatrici» o di essere «messe all'indice». Capita a un dipendente su quattro tra il personale della linea aerea australiana Qantas di essere vittima di molestie sessuali da parte di passeggeri o colleghi. Lo rivela un sondaggio svolto tra piloti e personale di cabina (oltre duemila gli intervistati), condotto per l'aerolinea da una compagnia di workplace transformation. Solo il 3% tra chi ha riferito di aver subito molestie intende denunciare.
Le più bersagliate sono le donne pilota che raccontato di aver subito molestie sessuali e atti di bullismo. Frequente l'insinuazione che la loro posizione nella compagnia fosse dovuta non al merito ma al loro genere. Due terzi delle donne pilota ritengono che i commenti sessisti siano frequenti. Tra il personale di cabina una persona su sei ha subito molestie sessuali da passeggeri negli ultimi 12 mesi, più frequente che siano i viaggiatori a dare fastidio che i colleghi.

Una donna su due subisce molestie sul lavoro: se ne parla alla Casa delle Donne con la consigliera regionale di Parità

Molestie sul lavoro, ben 6 lavoratrici su 10 hanno subìto atti di sessismo nella propria carriera

La Ceo della Qantas responsabile del personale, Lesley Grant, ha detto che i risultati sulle molestie sessuali sono generalmente simili alla media nei luoghi di lavoro in Australia, ma «vogliamo che la Qantas faccia meglio». «Tutti meritano rispetto e hanno diritto di sentirsi al sicuro sul lavoro. Avere un'onesta conversazione su questi problemi è un passo importante», ha aggiunto, ringraziando i dipendenti che hanno risposto al sondaggio. Tra le misure adottate, una linea telefonica riservata con accesso a servizi di consulenza e informazioni su come presentare un rapporto formale. Secondo il sindacato degli assistenti di volo, i risultati del sondaggio descrivono una situazione che va affrontata. «Non c'è posto per alcun genere di molestie sul posto di lavoro», ha detto la segretaria della divisione internazionale della Flight Attendants Association, Teri O'Toole. «Vi sono ovvie preoccupazioni per il comportamento dei passeggeri, e il sindacato continuerà a lavorare con la Qantas per assicurare che il personale di cabina sia rispettato e si senta al sicuro sul posto di lavoro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA