La scrittrice Miranda Gray invita le donne di tutto il mondo a incontrarsi sul web per la “Meditazione della luna piena”

Martedì 26 Maggio 2020 di Maria Serena Patriarca
Miranda Gray

Notti che precedono la luna piena: nelle antiche civiltà babilonesi ed egiziane, così come nell’India vedica, ci si riuniva in circolo, specialmente tra le donne, per beneficiare al massimo dell’energia lunare, femminile per eccellenza e legata all’elemento naturale dell’acqua. Danze in cerchio tramite le quali si mirava a veicolare il momento del plenilunio (purnima, come si definisce in sanscrito la luna piena) per aumentare calma, consapevolezza, quiete e coscienza della propria identità, libere dai vincoli e dai limiti imposti da società che troppo spesso hanno scritto la storia esclusivamente con occhio maschile.

 

 

Oggi, e specialmente in questi mesi di pandemia, riunirsi fra donne in circolo non è sempre possibile, ma la “full moon meditation”, ovvero la meditazione della luna piena, viaggia online attraverso i social network e i canali YouTube. Il 5 giugno ci sarà il prossimo plenilunio e già via Instagram e Facebook la Worldwide Womb Blessing, ideata nel Regno Unito 20 anni fa dalla scrittrice, artista e insegnante inglese Miranda Gray, sta comunicando online alle donne di tutto il mondo come unirsi, a titolo assolutamente gratuito, alla “Worldwide Full Moon Meditation” nei giorni, 4, 5 e 6 giugno. Una meditazione speciale, dedicata al colore dell’acqua marina in sintonia con il grembo, ovvero la parte più “sacra” dell’elemento femminile, a cui ci si potrà partecipare virtualmente ognuna da casa propria collegandosi al sito wombblessing.com/resources/moonmed. Miranda Gray, autrice del best seller “Il risveglio dell’energia femminile”, è nota in tutto il mondo per gli appuntamenti di “womb blessing” (letteralmente: benedizione del grembo) attraverso cui le “moon mothers” o semplicemente anche tutte le donne che lo desiderano, a qualsiasi età, possono unirsi con meditazioni guidate per ricontattare la propria dimensione femminile profonda, riconciliarsi con le ferite interiori dell’anima, riappropriarsi della sensualità e della confidenza con il corpo, come in un percorso di terapia delle emozioni.

La figura archetipica che viene utilizzata in questo genere di meditazione è l’Albero del Grembo, che nel patrimonio delle civiltà più antiche da sempre connette ogni donna con la Madre Terra. La meditazione della luna piena, in connessione con le pratiche di womb blessing, può senz’altro riarmonizzare stati d’animo di tensione, incertezza, sconforto nelle donne, spesso messe a dura sfida in questo periodo della pandemia. Come afferma Miranda Gray nel libro “Le tue dee interiori”: «La primavera è un momento di rinascita e di nuova energia. La terra è piena di vita nuova, le piante danno nuovi fiori e foglie, gli uccelli fanno i loro nidi e depongono uova. Gli animali si svegliano dal loro letargo e si riattivano. Ci sentiamo più sveglie ed energiche, felici e sicure. In estate saremo meno attive rispetto alla primavera e più propense a lasciare che le cose accadano da sole, piuttosto che agire per farle accadere. Come la luna piena, irradiamo le nostre energie al mondo e accogliamo tutti nella nostra luce gentile».

 

Ultimo aggiornamento: 27 Maggio, 09:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA