M5S, Rachele Silvestri lascia il movimento, insulti sessisti sul web: «Ti voglio sputare in faccia»

Domenica 12 Gennaio 2020
2

«Tr..a», «pu...na», «dove abita che la voglio sputare in faccia». Rachele Silvestri, deputata marchigiana abbandona il M5S e passa al gruppo Misto. E a poche ore dalla decisione, sulla pagina Facebook della deputata e su quella di siti locali appaiono insulti di ogni tipo, fino alla vignetta dell'impiccato con la scritta "Ovunque si trova un Giuda". Silvestri è il sesto parlamentare che lascia i cinquestelle dall'inizio del 2020.

Martina ed Erika, insultate perché gay. E loro creano una pagina Facebook: «Ecco le perle degli omofobi»

La condanna del M5s. «Come direttivo del gruppo Camera, condanniamo con forza il violento attacco, avvenuto tramite social, nei confronti della deputata Rachele Silvestri. Non stiamo parlando più di confronto e critica politica, anche dura, ma di infamità che travalicano ogni limite di civiltà. Esprimiamo la nostra solidarietà alla collega e a tutti coloro i quali diventano bersaglio di questi attacchi inaccettabili». È quanto scrive in un post su Facebook il direttivo del gruppo parlamentare del MoVimento 5 Stelle alla Camera dei deputati.

«Voglio esprimere la mia solidarietà all'onorevole Silvestri che è stata oggetto di volgari e gravissime offese che si configurano come un'ignobile violenza con l'aggravante di essere stata scatenata, senza ritegno, contro una Donna», scrive sul proprio profilo Fb la vice presidente della Regione Marche Anna Casini. «La Politica non è insulto, non ha ragione, o è più bravo, chi in modo volgare prevarica l'altro. - afferma Casini - Mi auguro che si torni a discutere di temi concreti usando toni pacati e sobri di cui tutti abbiamo bisogno se vogliamo capire e rispettare le ragioni e i pensieri dell' altro».

 

Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio, 12:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA