Letizia Battaglia, in mostra le foto di nudi: «Racconto la grandiosità del corpo femminile»

Sabato 29 Febbraio 2020
Letizia Battaglia, in mostra foto di nudi: «Racconto la grandiosità del corpo femminile»

“Corpo di donna” è la mostra fotografica di Letizia Battaglia dedicata ai nudi. La ospiterà la Crumb Gallery di Firenze, dal 7 marzo al 7 aprile: 23 opere fotografiche di formato diverso, tra cui molte inedite che toccheranno temi noti ma anche più intimi del suo percorso artistico. Letizia Battaglia (Palermo 1935),̀ riconosciuta come una delle figure più importanti della fotografia contemporanea, offre con gli scatti dell'esposizione fiorentina uno degli aspetti meno noti della sua ricerca: le donne con immagini che le ritraggono nude, «che alzano il velo per permettere allo sguardo di vedere proprio là dove altrimenti non si coglierebbe nulla».

Letizia Battaglia: «Donne, ribelliamoci: dobbiamo governare il mondo con gli uomini»

«A Firenze, esporrò foto di nudi - spiega Battaglia - Racconto la grandiosità, la bellezza e la dolcezza del corpo femminile. Non sexy o in pose da modella. Una ventina di foto fatte dagli anni Settanta al 2019. C'è la ragazza così come la donna di 70 anni che mentre scatto dice sono bella così come sono. Le ho fotografate con solidarietà e rispetto. A un fotografo si deve sempre chiedere rispetto, lui deve nobilitare la verità. La fotografia è un atto meraviglioso, come fare l'amore. Ma con rigore e senza vanità».
 

 

Letizia Battaglia ha da subito «fortemente creduto» nel progetto Crumb - una galleria per donne artiste diretta da donne - e ha scelto proprio questo luogo per la sua prima volta nel capoluogo toscano, «offrendo con generosità i propri scatti a una realtà così nuova», spiegano le organizzatrici della mostra. Durante il periodo della mostra, il 23, 24 e 25 marzo al Cinema Odeon Firenze e al Cinema Stensen sarà proiettato Letizia Battaglia - Schooting the Mafia, un film documentario di Kim Longinotto che racconta, con un taglio intimo e privato, la vita e la carriera della fotografa palermitana.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA