Imen, influencer di economia: «Su Instagram spiego lo spread in 15 secondi»

Lunedì 20 Gennaio 2020 di Maria Lombardi
Imen, influencer di economia: «Su Instagram spiego lo spread in 15 secondi. E boicotto Sanremo»

Che puoi fare in 15 secondi? Qualche smorfia, un sorriso, una battuta, lanciare un appello, mostrare una borsetta o un rossetto e via. Imen in quella frazione di tempo parla di spread, di crisi, di cuneo fiscale e manovra di bilancio. Influencer di economia su Instagram, la prima in Italia. Nelle sue storie social spiega concetti anche complessi, di quelli che richiederebbero chissà quante  parole.  A lei ne servono poche, ed è una gran fatica. «Per non cadere nel pericolo di semplificazione c'è bisogno di tanta cura, tanto studio e tanto materiale. Un tema complesso non si esaurisce ovviamente in 15 secondi, servono più storie e poi non c'è solo il video ma anche il testo scritto. La sfida però è  quella di fare informazione in modo più intrigante, creare una mini serie tv su un argomento di attualità». Imen Boulahrajen, 25 anni, nata in provincia di Varese da genitori marocchini, a guardare i numeri quella sfida l'ha vinta: 270mila follower su Instagram.

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Che settimana! Difficile da dimenticare il quasi infarto sullo Scalone d’onore al Quirinale da cui sono passati Capi di Stato e di Governo, le corse a Termini, le risate del tassista per il mio imbarazzante affanno, il make-up improvvisato sul bagno del frecciarossa, una sveglia non sentita che mi stava facendo perdere l’importante cerimonia che ogni anno il Presidente della Repubblica ospita in occasione dei Giorni della ricerca @airc.it Difficile poi seguire attentamente il discorso del Presidente quando lo sguardo ti scappa sugli arazzi, i fregi e i soffitti dorati delle sale, il tutto mentre Mario Draghi stava tenendo il suo ultimo discorso da Governatore della BCE. Nel mezzo bisognava trovare il tempo di conciliare lavoro, incontro con il @ilsole_24ore alla IULM, compleanni di amici vecchi e nuovi e lauree di cugini. Per poi sentirmi dire al pranzo da mia madre che non faccio abbastanza movimento! Grazie mamma, grazie a tutti.

Un post condiviso da IMEN (@imenjane) in data:

TikTok spopola nel mercato della pubblicità femminile, la app cinese sempre più richiesta dai brand americani

«C'è stata una crescita esponenziale che mi ha molto sorpresa. Non credevo di poter suscitare tanto interesse facendo informazione di un certo tipo, avevo anche io dei pregiudizi a riguardo. Ma ho capito che si può essere autorevoli anche con una comunicazione più leggera. Dobbiamo prendere atto che sono cambiate le abitudini, prima si guardava la tv o si leggevano i giornali e adesso si va sui social. Ma non è cambiata l'esigenza di informazione, la gente ha bisogno di sapere e non condivido il pessimismo sul futuro del giornalismo. Bisogna solo riuscire a declinare l'informazione su più piattaforme».

Melania, da vittima dei bulli a miss curvy: «Per tutti ero Peppa Pig ora amo il mio corpo»

Dalle storie di economia su Instagram alla piattaforma di informazione solo sui social, la prima in Italia. «Sto lavorando allla start-up con il mio socio Alessandro Tommasi. Si chiamerà "Will", per dare un'idea di futuro, cambiamento. Affronteremo temi di politica, economia, sociale, diritti. Non faremo cronaca. Sono anni di grandi trasformazioni e c'è bisogno di capire cosa succede, altrimenti siamo destinati ad andare verso le semplificazioni e il populismo».

“Belle di faccia”, la campagna delle influencer curvy su Instagram: «Stop all'odio per i grassi»

Che ci fosse in giro tanto bisogno di sapere e tanta confusione Imen, laurea in Economia alla Bicocca di Milano, l'ha capito più di un anno fa. Era il decennale del fallimento Lehman Brothers. «Volevo parlarne con i miei amici, nei loro occhi vedevo solo confusione. Così è nata la mia prima storia su Instagram, sulla crisi del 2008. Ho ricevuto un boom di messaggi, anche di persone insospettabili. Come aver acceso la luce in una stanza buia. Le persone sono sommerse da una enorme quantità di informazioni ma non riescono a mettere insieme i pezzi e a vedere l'insieme. Così ho fatto altre storie, cercando di spiegare. La difficoltà è stata capire come declinare questi temi su Instagram».  Una settimana dopo l'altra fino ad arrivare a tutti quei follower.

Enrica Mannari, l'illustratrice che conquista Instagram. E alle donne dice: «Fiorite»

In occasione della conferenza stampa di Amadeus, la presentazione delle bellissime e l'ormai celebre gaffe sul passo indietro, Imen - che si definisce “l'economista che non sa risparmiare” - ha lanciato l'hashtag “boycottSanremo”. «Continuiamo pure a raccontare alle donne che per fare carriera devono pensare prima a farsi belle, magari trovare un fidanzato ricco e stare un passo indietro. Dove sta il servizio pubblico qua dentro?». Una valanga di commenti al suo post. «Affronto anche problemi legati all'empowerment femminile, non in modo martellante. Non voglio passare per la femminista che vede femminismo ovunque, ma desidero portare le altre persone a vederlo attraverso i miei occhi. Ma su questo fronte sono convinta che andiamo verso il meglio, anche se in Italia veleggia ancora una visione tradizionale della donna. In futuro, sono certa, non ci saranno più vallette».  

 

Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio, 21:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA