DONNE

Ferrara, fiaccolata contro i femminicidi dopo l'ennesima donna uccisa: «La violenza di genere è inaccettabile»

Giovedì 12 Settembre 2019
Tutti insieme per Atika Gharib - la donna 32enne di origine marocchina trovata carbonizzata in un casolare abbandonato a Castello d'Argile, nel Bolognese - e tutte le altre donne vittime di femminicidio. Ferrara accende le luci e lo farà con una fiaccolata fissata per giovedì 12 settembre, di cui sono promotori Cgil, Cisl, Uil, Centro Donna Giustizia e Udi: la fiaccolata contro il femminicidio, scrivono, si svolgerà giovedì sera dalle 21, con ritrovo in Piazza Savonarola a Ferrara, e sarà aperta a tutta la cittadinanza.

Alla manifestazione ha dato adesione anche la Cna di Ferrara per «tutelare le donne, estirpare la violenza di genere, lottare contro il femminicidio» perchè spiegano «Cna e Impresa donna non possono mancare ed è importante che la città dia un segnale, che si dica chiaramente che la violenza di genere è inaccettabile: facciamo questa scelta e pensiamo che tutta la città debba esserci, al di là delle posizioni politiche o dell'appartenenza ideologica». I promotori Cgil, Cisl, Uil, Centro Donna Giustizia, Udi, spiegano che «ancora una volta, a distanza di pochi giorni dalla manifestazione di Copparo (l'omicidio di Cinzia Fusi, uccisa dal compagno, ndr), sentiamo necessario non solo testimoniare profondo cordoglio per quanto accaduto ad Atika Gharib, una giovane donna della nostra città, ma anche esprimere una ferma condanna verso la violenza di genere e rivendicare le necessarie politiche di prevenzione e protezione». Da Piazza Savonarola la fiaccolata proseguirà per Corso Martiri della Libertà, Largo Castello, Viale Cavour, Via degli Spadari, via Garibaldi, per concludersi in Piazza della Repubblica. © RIPRODUZIONE RISERVATA