Femminicidi, centinaia di donne distese a terra in 5 piazze di Parigi per protesta

Lunedì 21 Ottobre 2019

Donne cadono a terra, come morte. Poi si rialzano e urlano «Non una di più». Centinaia di manifestanti nelle cinque piazze principali di Parigini hanno preso parte alla cosiddetta protesta "die-in". Vogliono richiamare l'attenzione del governo sulla violenza in famiglia e i femminicidi. Dall'inizio dell'anno oltre 120 donne sono state uccise in Francia, secondo le associazioni locali. 
«Ciao, vorrei sottolineare che mio marito mi sta colpendo e  stasera ho molta paura che mi accada qualcosa di grave». Queste parole di vittime di violenza, racconta Madame Figaro, sono riecheggiate sabato 19 ottobre nelle cinque piazze principali di Parigi: Repubblica, Bastiglia, Saint-Michel, Châtelet e Nation. Parole, pronunciate da attivisti del collettivo #NousToutes in una specie di colonna sonora, per mostrare come vengono accolte le vittime quando si rivolgono alla polizia. «Ogni giorno tante donne presentano denunce e non vengono prese sul serio dagli agenti di polizia»,  ha detto la femminista Fatima Benomar a Madame Figaro. Sulle note della colonna sonora, centinaia di donne sono cadute a terra, una dietro l'altra, contemporaneamente in tutti e cinque le piazze. 

Qualche settimana fa le attiviste di Femen avevano sfilato travestite da zombie nel cimitero di Montparnasse a Parigi per denunciare l'inerzia del governo di fronte all'emergenza dei femminicidi.

Manifestazione choc delle Femen contro i femminicidi in Francia, sfilata al cimitero di Montparnasse

© RIPRODUZIONE RISERVATA