INSTAGRAM

Enrica Mannari, l'illustratrice che conquista Instagram. E alle donne dice: «Fiorite»

Sabato 30 Novembre 2019 di Costanza Ignazzi

Lunghe chiome color arcobaleno, corone di fiori e profondi occhi neri. Le donne magiche di Enrica Mannari sono circondate da stelle, navigano su barche disegnate tra le onde del mare, abbracciano animali selvatici. «Amare te stessa è la vera rivoluzione», dicono, oppure «Il segreto della libertà è il coraggio» o ancora «Allena la tua immaginazione». L'immaginazione in realtà è quella di Enrica, classe 1980, livornese, che dopo gli studi di design e svariati impieghi in grandi città come Milano, Firenze e Roma ha deciso di cambiare vita e fare ciò che più la appassionava: disegnare. 

“Belle di faccia”, la campagna delle influencer curvy su Instagram: «Stop all'odio per i grassi»

«Era anche ciò che più mi faceva paura», racconta ripercorrendo un momento difficile: la malattia di sua madre, poi la fine di un progetto che le stava molto a cuore. «A quel punto mi sono lanciata e ho deciso di tentare». Ora vive a Rosignano, sul mare (l'altra delle sue grandi passioni) e i numeri del suo successo sono - tra l'altro - su Instagram: oltre 50 milioni di follower e vignette che rimbalzano un po' ovunque. «Ma forse è eccessivo parlare di successo in termini di social - precisa lei - diciamo che per diventare virali basta scrivere e raccontare di tematiche condivisibili. L'autoreferenzialità non funziona più. Con le mie illustrazioni e ciò che scrivo non pretendo di dare risposte ma solo spunti di riflessione».
 

 
 

"Fiorisciti", si legge su uno dei suoi disegni più condivisi: l'abbozzo di un viso con gli occhi chiusi e il capo pieno di fiori. Quelli che, spiega Enrica, «rappresentano tutte le conquiste, le fatiche, i tuoi dolori, i sorrisi, gli amori. Prenditene cura». Un messaggio che è arrivato al cuore di migliaia di follower, diventando virale, e che ora farà parte del "Manuale illustrato della felicità" in uscita il prossimo febbraio. Così, ogni giorno a centinaia condividono le parole di una donna che non ha paura di dire la sua. "Essere femminista significa volere gli stessi diritti di un uomo, non ritenersi superiore", scrive lei con colori vivaci, ma anche "Scopri chi sei e non temere di esserlo": e le condivisioni fioccano. Un successo quasi inaspettato anche per la stessa illustratrice: «Sono una donna e mi viene naturale comunicare concetti al femminile - spiega - anche se ora vorrei spostarmi anche su tematiche più sociali (come la campagna "Odiare ti costa" contro gli haters online ndr) Il consiglio che mi viene da dare? Continuate a farvi delle domande: il dubbio è legittimo e la consapevolezza è la chiave della felicità». 

 

 

Ultimo aggiornamento: 20:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA