«La misoginia e l'odio verso le donne diventi un reato», in Gran Bretagna si lavora a una legge

Mercoledì 23 Settembre 2020

La misoginia (l'odio per le donne in tutte le sue forme) dovrebbe diventare un reato al fine di proteggere le donne e garantire che i colpevoli siano adeguatamente puniti. La proposta è stata formulata al governo inglese dalla Law Commission, un autorevole organismo indipendente che orienta e suggerisce riforme in Inghilterra e Galles. La proposta avanzata si basa sul fatto   che il sesso o il genere diventi una "caratteristica protetta" e, di conseguenza, tutelata da una apposita legge. Al momento la giurisprudenza contempla discriminazioni sulla base della razza, della religione, della disabilità, e dell'orientamento sessuale.

Se reati come l'aggressione o le molestie sono motivati dall'ostilità le pene possono essere aumentate e il reato è classificato come un crimine d'odio. La proposta ha subito ottenuto molteplici appoggi. Diversi politici di spicco, tra cui il sindaco di Londra Sadiq Khan hanno già chiesto che la misoginia sia classificata e inserita tra i crimini d'odio. Il tema alla Law Commission era allo studio dal 2018.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA