CORONAVIRUS

Ecco le «donne per un nuovo Rinascimento», la squadra di esperte scelte da Bonetti per la ripartenza

Lunedì 13 Aprile 2020 di Maria Lombardi
1
Fabiola Gianotti

Ecco le dodici donne del nuovo Rinascimento, la squadra di esperte voluta dal ministro della famiglia e delle pari opportunità Elena Bonetti per dare il loro contributo alla ricostruzione dell'Italia devastata dalla pandemia. Imprenditrici, scienziate, economiste. Si riuniranno per la prima volta in videoconferenza il 15 aprile. «Sono convinta - ha detto la ministra - che la ripartenza avrà impulso proprio dalle donne e dalla loro resilienza, ed è per questo che ho costituito nel mio Ministero una task force al femminile, convinta che ripartendo dalle donne, con le donne, possiamo insieme costruire un nuovo percorso, un vero e proprio Rinascimento per il nostro Paese».

La task-force “Donne per un nuovo Rinascimento” è presieduta da Fabiola Gianotti, prima donna direttrice del Cern di Ginevra. Ne fanno parte: Giorgia Abeltino, responsabile politiche pubbliche Sud Europa di Google ed esperta di anti-trust, Luisa Bagnoli, imprenditrice di Beyond International, Floriana Cerniglia, ordinario di Economia politica all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Cristiana Collu, direttrice della Galleria nazionale d’arte moderna, Fabiola Gianotti, direttrice del Cern di Ginevra, Lella Golfo, presidente della Fondazione Bellisario e autrice della legge sulle quota rosa nei cda, Enrica Majo, giornalista del Tg1, Paola Mascaro, presidente Valore D, Federica Mezzani, ingegnere e ricercatrice, Paola Profeta docente di Scienze delle finzanze all'università Bocconi, Suor Alessandra Smerilli, economista e consigliera di Stato in Vaticano, Ersilia Vaudo, astrofisica e chief diversity Esa. La squadra di esperte, ha spiegato la ministra,  è chiamata ad «elaborare idee e proposte per il rilancio sociale, culturale ed economico dell'Italia dopo l'emergenza epidemiologica da Covid-19. Sono convinta che la ripartenza avrà impulso proprio dalle donne e dalla loro resilienza». 

Nella cabina di regia nominata dal premier Conte per gestire la fase 2 e la ripartenza, guidata da Vittorio Colao, ex ad di Vodafone, sono presenti quattro donne:  Raffaella Sadun, professor of business administration alla Harvard Business School,  l'economista Mariana Mazzucato, cresciuta negli Stati Uniti, docente di Economia dell'Innovazione e del valore pubblico all'University College London (Ucl),  autrice di numerosi libri fra cui "Lo Stato innovatore" e "Ripensare il Capitalismo" dove rivendica il ruolo guida del pubblico nell'innovazione e nella crescita sostenibile,  Filomena Maggino, statistica che già guida la cabina di Regia "Benessere Italia" della Presidenza del Consiglio,  Elisabetta Camussi psicologa, Quattro donne su 18 super-esperti, troppo poche fanno notare in tanti.  Possibile che non ci siano tra economiste, giuriste, scienziate, esperte di tecnologia altre donne da convocare al "tavolo" per decidere le sorti del paese in un passaggio così delicato? Per non parlare del Comitato tecnico-scientifico istituito lo scorso 5 febbraio da Borrelli: sette uomini su sette. 


 

Ultimo aggiornamento: 14 Aprile, 12:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA