Bankitalia: cantieri più veloci se politici e sindaci sono donne

Bankitalia: cantieri più veloci se politici e sindaci sono donne
di LUCA CIFONI
3 Minuti di Lettura
Venerdì 20 Dicembre 2019, 16:32 - Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre, 10:44

I motivi per cui in Italia le opere pubbliche procedono a rilento sono molti e alcuni magari non risulteranno sorprendenti. Ma la durata dei lavori è influenzata in modo molto significativo anche dalla qualità delle persone che si occupano della fase di progettazione e di una serie di attività accessorie: un recentissimo studio della Banca d'Italia suggerisce che la presenza di donne tra gli amministratori locali accorci in modo significativo i tempi. Insomma con le amministrazioni in rosa le procedure sono più efficienti e rapide. L'analisi è stata condotta da due economisti di Via Nazionale, Cristina Giorgiantonio e Tommaso Orlando, insieme a Carla Carlucci dell'agenzia per la coesione territoriale. Dall'agenzia viene anche la base di dati utilizzata per l'analisi, relativa a opere intraprese nel periodo 2000-2013. Emerge che la durata mediana della realizzazione di un'opera è di 4 anni e 10 mesi, con un importo mediano di 300 mila euro. Se il valore supera i 5 milioni si può arrivare a quasi 11 anni. Perché tanto tempo? I dati mostrano che la fase di progettazione assorbe nel caso mediano poco più di 2 anni, e più o meno lo stesso quella di esecuzione e messa in opera, mentre per l'affidamento dei lavori servono circa sei mesi.
LE PROCEDURE
Lo studio evidenzia l'importanza di una serie di attività accessorie di tipo amministrativo, che si protraggono più o meno per il 40 per cento della durata complessiva. Le differenze tra i Comuni del Mezzogiorno e quelle del Centro-Nord, dove le procedure sono un po' più veloci, dipendono in buona parte proprio da queste attività burocratiche. Non stupisce quindi che la qualità del capitale umano coinvolto possa fare la differenza. Dunque i lavori procedono un po' più spediti nella amministrazioni con maggiore incidenza di laureati e di personale di età superiore ai 35 anni (cioè più esperto). Ma le cose vanno meglio anche se tra le cariche politiche comunali si trovano più donne e - di nuovo - persone relativamente più anziane. In particolare l'incremento della presenza femminile tra gli amministratori può accorciare la durata complessiva - sempre in riferimento ai valori mediani - di 180-300 giorni: che non sono pochi. Influisce positivamente anche il sesso del sindaco, ma relativamente alla sola fase di progettazione, che si può accorciare di circa tre mesi. Questi fattori alla fine appaiono tutti più rilevanti della modalità di affidamento della procedura: con quelle negoziate si possono guadagnare meno di 30 giorni rispetto alla gara.




 

© RIPRODUZIONE RISERVATA