DONNE

Brasile, ogni quattro minuti una donna viene aggredita

Mercoledì 11 Settembre 2019

Ogni quattro minuti una donna viene aggredita in Brasile, nazione in cui l'anno scorso, secondo dati ufficiali, ci sono stati contro il genere femminile più di 145 mila casi di violenza sessuale, fisica e psicologica. Tra il 2014 e il 2018 si contano 1,4 milioni di denunce di donne aggredite, in gran numero nelle loro case, come evidenziato dal Sistema di notifica del ministero della Sanità, secondo il quotidiano Folha de S. Paulo. Quei 145 mila casi segnalati si riferiscono a donne sopravvissute alla violenza di genere, perché i decessi sono elencati in altri tipi di rapporti.

I numeri. I numeri del ministero sono diversi da quelli della polizia militare, a cui molte donne evitano di rivolgersi per paura di rappresaglie da parte dei loro partner o di disinteresse da parte degli stessi agenti. A San Paolo, la città più popolosa del Paese sudamericano, con 10 milioni di abitanti, i casi di violenza di genere tendono ad aggravarsi nel fine settimana, indicano le statistiche. Nel quartiere popolare di Capao Redondo si hanno i numeri più allarmanti, con una richiesta di soccorso ogni 20 minuti, come risulta dagli archivi di polizia tra gennaio e luglio di quest'anno.

Tatiana sfigurata dal marito. Un caso emblematico è quello della commessa Talita Oliveira, 29 anni, alla quale l'ex partner ha strappato un orecchio a morsi e rotto il naso nel tentativo di ucciderla in casa davanti ai suoi figli di 11 e 13 anni. «Sono stata sfigurata, da un giorno all'altro mi sono svegliata con un'altra faccia, sembravo un mostro», ha detto al giornale la donna, che ha dovuto subire diversi interventi chirurgici dopo l'aggressione dell'uomo, che non accettava la fine della loro relazione. 

Ultimo aggiornamento: 18:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA