Rimproverato perché gioca con la bambola: «Sono il papà non la mamma». A 6 anni contro gli stereotipi

Martedì 14 Luglio 2020

«Ma io sono il papà, mica la mamma. Lui è mio figlio e si chiama Mario». Giovanni a sei anni con tre parole demolisce ogni stereotipo. E spiazza l'anziano che a un parco di Anzio, in provincia di Roma, lo rimprovera perché gioca con il suo Cicciobello.

Ma chi l'ha detto che le bambine devono giocare con le bambole e i bambini con le macchinette e le pistole? Giovanni non vede cosa ci sia di male a cullare un bambolotto. La sua risposta al signore capovolge ogni pregiudizio nell'educazione, nella divisione dei ruoli e vale più di qualsiasi campagna in favore della parità.

«Ma giochi con le bambole? Sei un maschio dovresti giocare con i soldatini», si è sentito dire Giovanni. Che, senza scomporsi, come riporta il post di Facebook, «regala una risposta da Oscar: Sono il papà mica la mamma!».

«Giovanni non lo sa - è il commento dell'autore del post sulla pagina Guida senza patente - che con una semplice risposta sta rendendo il mondo un posto più bello. La sua saggezza ha tanto da insegnare a chi probabilmente si crede più saggio.In un attimo non è sbagliato quello che fa ma quello che gli viene chiesto». Il post si conclude con un augurio: «Avanti Giovanni, sarai un grande papà e un grande uomo. E sicuramente hai dei grandi genitori».

 

Ultimo aggiornamento: 18:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA