Le imprenditrici fanno più fatica a farsi finanziare dalle banche rispetto agli imprenditori

Venerdì 10 Gennaio 2020

Negli Stati Uniti e in Gran Bretagna le imprenditrici fanno più fatica a ricevere finanziamenti dagli istituti di credito, per progetti industriali, rispetto i colleghi maschi. E' quello che è emerso da una nuova ricerca pubblicata da HSBC, uno dei più grandi colossi bancari al mondo. Più di un terzo delle donne imprenditrici è costretto ad affrontare pregiudizi di genere durante le fase di raccolta di capitali per le proprie attività. Il pregiudizio diventa evidente durante il processo di valutazione dell’investimento, quando vengono poste domande sulla loro situazione familiare, sulla loro credibilità come imprenditrici e sulla cosiddetta loss prevention, la prevenzione delle perdite al dettaglio. La ricerca ha rilevato le differenze tra i mercati, con livelli elevati di disparità di genere soprattutto nel Regno Unito e negli Stati Uniti (rispettivamente 54% e 46%), mentre quelle della Cina continentale presentano i livelli più bassi (17%).

Inoltre, nelle fasi previste per i nuovi finanziamenti, quasi due terzi (61%) delle imprenditrici si trova di fronte team di valutazione quasi esclusivamente composti da investitori uomini.

Il report “She's the Business” è stato commissionato per mettere a fuoco le sfide che le le donne che fanno impresa devono affrontare quando sono alla ricerca di investimenti. La ricerca, alla quale hanno preso parte oltre 1.200 imprenditori in Europa, Asia, Medio Oriente e Stati Uniti.

Inoltre, dalla ricerca si evince che, a livello globale, a parità di altre condizioni in media le imprenditrici raccolgono il 5% di capitali in meno rispetto ai colleghi uomini. Le differenze maggiori si vedono negli Stati Uniti (8%), in Francia (7%) e nel Regno Unito (6%).
 

Ultimo aggiornamento: 12:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA