Tragedia, comandante dei carabinieri giù dalla finestra: suicidio

Il maresciallo Carnevali con il sindaco Bomprezzi
2 Minuti di Lettura

ARCEVIA - Tragedia questa mattina in un alloggio di servizio della caserma dei carabinieri di Arcevia (Ancona). Un carabiniere della locale stazione, il comandante Andrea Carnevali, 45 anni, è precipitato dalla finestra ed è morto sul colpo. La disgrazia intorno alle 5. Il corpo è stato trovato pochi minuti dopo dalla moglie. Dopo una mattinata di accertamenti, l'ipotesi prevalente è quella del suicidio, anche se le cause sono un mistero. Lui non ha lasciato appunti o lettere.

La caduta è avvenuta in un locale attiguo alla stazione dei carabinieri, dove si trova l'alloggio dei militari. Un volo di una quindicina di metri. Inutile il soccorso del personale del 118. Sul posto anche i vigili del fuoco di Arcevia. Indagano i carabinieri di Fabriano per ricostruire la dinamica.

Carnevali, originario di Montefano (Macerata), sposato, due figli, era molto conosciuto in paese. Il maresciallo comandava la stazione da tempo. Apprezzato, stimatissimo, un curriculum ineccepibile. Aveva anche dato lezioni di legalità delle scuole. Ieri ha svolto regolarmente servizio fino in tarda serata. Ha smontato a mezzanotte ed è subito andato a dormire. Verso le 5 si è alzato ed è avvenuta la tragedia.

Il sindaco Andrea Bomprezzi: «Sono sconvolto, con Carnevali ci siamo sentiti per motivi istituzionali fino a ieri sera. Sembrava tranquillo. Era un ufficiale preparatissimo e disponibile, umanamente una persona speciale». Proclamato il lutto cittadino, il primo nella storia di Arcevia.

La Procura ha disposto l'ispezione cadaverica, riservandosi la facoltà di procedere all'autopsia solo se emergeranno elementi di sospetto e il possibile coinvolgimento di terze persone.

Giovedì 20 Novembre 2014, 09:40 - Ultimo aggiornamento: 16:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA