San Severino, solo e senza lavoro, ex imprenditore viveva con i sussidi: si impicca padre di tre figli

Mercoledì 6 Agosto 2014 di Angelo Ubaldi

SAN SEVERINO – Il dramma del lavoro uccide ancora. Un uomo di 64 anni, Mauro Pallucchini, è stato ritrovato impiccato nelle campagne di San Severino Marche, in località Grotte di Sant’Eustachio, proprio davanti all'entrata della grotte, lungo la Valle dei Grilli, poco distante dal luogo dove è stato trovato il corpo semi bruciato di Pietro Sarchiè, il commerciante di pesce di San Benedetto ucciso.

La segnalazione è arrivata intorno alle ore 10 alle forze dell’ordine a una donna che stava passeggiando in zona e si è trovata di fronte il corpo senza vita appeso a un albero. Sul posto si sono recati immediatamente i carabinieri di San Severino e Tolentino e i sanitari del 118. Ci sono anche i vigili del fuoco di Macerata e Tolentino. Per Pallucchini purtroppo non c’era più nulla da fare.

L'uomo, 64 anni, era separato e padre di tre figli, avuti con due compagne diverse. Viveva da solo in località Taccoli e da quando aveva perso il lavoro, tre anni fa a causa del fallimento dell'azienda Comal serramenti per la quale lavorava e di cui era socio fondatore, si era rinchiuso in se stesso e sopravviveva con piccoli sussidi pubblici.

Tutti descrivono Pallucchini, un bravo ragioniere, come una persona riservata, di grande dignità che per tre anni ha cercato ogni giorno un nuovo lavoro, per arrivare alla pensione, che purtroppo non è mai arrivato. Si è fatta avanti, invece, la disperazione che questa mattina lo ha spinto a farla finita.

Ultimo aggiornamento: 22:31

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La generazione che snobba i motorini e pure i bolidi

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma