Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Gabicce, ancora disperso il pescatore
Ricerche ostacolate dal maltempo

Gabicce, ancora disperso il pescatore Ricerche ostacolate dal maltempo
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Dicembre 2014, 11:03 - Ultimo aggiornamento: 12:03

GABICCE (pesaro e Urbino) - Disperso in mare da ormai 48 ore. E, purtroppo, le speranze di ritrovare vivo Fabio Franchini, il pescatore 46enne di Gabicce Mare uscito dal porto di Cattolica con la sua piccola imbarcazione lunedì mattina, si riducono al lumicino. L'uomo, molto noto tra i pescatori e i marinai di Gabicce e Cattolica, è uscito con una piccola barca di 5 metri lunedì mattina. Come ogni giorno era andato a riprendersi le reti da posta. Purtroppo però dal mare non ha fatto più ritorno. Sono stati i familiari a dare l'allarme intorno alle 15.

A quel punto sono partite le ricerche coordinate dalla Direzione marittima di Ravenna che hanno coinvolto le Capitanerie di Porto di Rimini e Pesaro e che sono proseguite ininterrottamente anche questa notte. E'stato setacciato lo specchio d'acqua compreso tra Cattolica e Gabicce. L'altra sera si è alzato in volo anche un elicottero ma senza successo. Sommozzatori si sono immersi nel posto in cui Fabio è solito piazzare le reti da pesca. Ma del pescatore e della sua imbarcazione ancora nessuna traccia. Il mare era leggermente mosso ma non c'erano onde tali da poter ribaltare l'imbarcazione di Franchini. La sorella Anna, presidente della cooperativa dei pescatori di Gabicce, è convinta che la barca di suo fratello sia stata colpita e affondata da un battello più grossa. «Fabio era un pescatore molto esperto ed il mare l'altro giorno non dava grossi problemi - racconta Anna, appena rientrata in banchina dopo un pomeriggio di ricerche in mare - E'stato affondato da un'imbarcazione da pesca più grossa che non l'ha visto. Conosco il mare e purtroppo non ho più speranze di trovarlo ancora vivo. L'hanno ucciso. Ora aspetto di ritrovare il corpo di mio fratello e poi sporgerò denuncia. Molti non rispettano le norme e si avvicinano troppo alla costa finendo per provocare incidenti in cui a rimetterci sono proprio i piccoli pescherecci. Mi auguro solo di poter trovare il corpo. Con le correnti di questi giorni può essere finito ovunque». La città è sconvolta. Fabio, vedovo con 4 figli, era molto conosciuto e stimato. «Le ricerche di Fabio continuano e andranno avanti il più possibile, ma al momento purtroppo non abbiamo notizie positive - scrive su Facebook il sindaco di Gabicce Domenico Pascuzzi - Si stanno seguendo diverse ipotesi e la ricerca viene fatta su un territorio molto vasto. Voglio personalmente ringraziare tutti coloro che si stanno impegnando nelle ricerche. Continuiamo a sperare e a pregare. Un grande abbraccio va alla famiglia». Le indagini sono affidate alla Capitaneria di Porto di Rimini. Le ricerche, con mezzi navali e aerei continuano anche oggi, ma sono purtroppo ostacolate dal maltempo e dal mare mosso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA