PROFUGHI

Fano, nuova struttura per migranti donne
Arrivate le prime dodici ragazze africane

Martedì 29 Settembre 2015 di Osvaldo Scatassi
FANO (Pesaro e Urbino) - Dodici giovani donne provenienti dall’Africa formano il primo nucleo della nuova comunità per rifugiate, aperta ieri mattina a Roncosambaccio dalla coop sociale Labirinto. La presenza di profughe è una novità per Fano, dove finora hanno trovato accoglienza gruppi composti solo da giovani uomini.

Ce ne sono sedici a Magliano e altrettanti a Belgatto. Le ragazze africane resteranno a Roncosambaccio per il tempo necessario alla chiamata della commissione regionale per i rifugiati, in un casolare ristrutturato che si trova vicino all’autostrada e al ponte per Novilara, quindi in una posizione piuttosto defilata rispetto al paese. L’edificio può ospitare al massimo venticinque persone, le altre tredici giovani donne sono attese nelle prossime settimane. L’apertura della nuova struttura per l’accoglienza dei migranti fu annunciata alcune settimane addietro, durante un’animata assemblea pubblica cui parteciparono un centinaio di residenti, il sindaco Massimo Seri, l’assessore Marina Bargnesi e il personale della coop Labirinto, cui sono affidati i gruppi di giovani in fuga da fame, guerra e persecuzioni etniche o religiose. Ultimo aggiornamento: 17:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma