Belforte, è morto monsignor Ennio Appignanesi, cercò la verità sul caso di Elisa Claps

Giovedì 26 Marzo 2015
BELFORTE - Si spegne a 89 anni monsignor Ennio Appignanesi, arcivescovo emerito di Potenza , originario di Belforte del Chienti: iniziò il suo mandato all’epoca della sparizione di Elisa Claps. Il ricordo di Franca, una parente di Roma, nata a Caldarola: «Era molto legato alla sua terra di origine, persona retta e straordinaria, sempre pronta ad aiutare i ragazzi della parrocchia».



Monsignor Appignanesi è venuto a mancare questa mattina, dopo la celebrazione della messa, a Roma. Il 18 giugno avrebbe compiuto 90 anni. Il presule all’età di otto anni aveva lasciato Belforte per trasferirsi a Roma con la famiglia. Il fratello Franco è spirato un mese fa. Lascia l'altro fratello David, che vive a Roma.



Ordinato presbitero nel 1950, è stato consacrato vescovo nel 1981: nel 1985 la nomina di vescovo ausiliare della diocesi di Roma e nell’88 quella di arcivescovo di Matera-Irsina.

Il 10 gennaio 1993 monsignor Appignanesi è stato nominato arcivescovo di Potenza, Muro

Lucano e Marsiconuovo: incarico che lasciò, per raggiunti limiti di età, il 9 gennaio 2001. Ultimo aggiornamento: 22:06

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nazionale: tra importanti verifiche e ricerca di novità

di Massimo Caputi