Ginevra, cantante lirica e direttore di teatro: «Mi boicottano perchè ho cambiato sesso»

Ginevra Zotti Di Nicola
2 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Aprile 2016, 10:00

Boicottata e discriminata a teatro perchè ha cambiato sesso. E' l'accusa che lancia Ginevra Zotti Di Nicola, cantante lirica e direttore artistico del teatro Serpente Aureo di Offida (Ascoli Piceno).  «Il Comune - racconta - lo scorso anno mi ha affidato la direzione del teatro riconoscendo le mie qualità. Ma a un certo punto non ho trovato più il sostegno dell'Ente, ho iniziato a ricevere telefonate di persone del mondo dello spettacolo che contestavano le scelte artistiche e hanno persino strappato i manifesti all'interno del Serpente Aureo. L'ostilità nei miei confronti è iniziata quando hanno scoperto che prima ero uomo e poi sono diventata donna sottoponendomi a un intervento chirurgico».

La situazione sarebbe peggiorata durante la produzione dell'opera lirica la Cenerentola di Rossini che andrà in scena domani alle ore 20,30. L'opera è diretta dalla Zotti Di Nicola e rientra nel cartellone della lirica 2015-2016. «Gli artisti - dice ancora - ricevono pressioni per non fare la stagione. Negli ultimi giorni hanno abbandonato la rappresentazione in due: l'interprete di Cenerentola e il direttore d'orchestra, adducendo motivi di salute. La Cenerentola ha pure esibito un certificato del Pronto soccorso di Ortona. Ho dovuto sostituirli in fretta e furia».

Ginevra Zotti nacque uomo a San Benedetto con la voce da soprano. Per le presunte discriminazioni nel suo lavoro di direttrice artistica, Ginevra Zotti Di Nicola annuncia che si rivolgerà alle organizzazioni Lgbt (Lesbiche, gay, bisessuali e transgender) per essere tutelata.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA